Maggioranza semplice. Oggi i giornali incoronano Conte, ieri volevano dimissioni di Berlusconi.

Sarà un lungo addio, ma di addio si tratta: entro novembre Berlusconi farà i bagagli.

Così il quotidiano La Stampa il 9 novembre 2011, commentando come una debàcle catastrofica la perdita della maggioranza assoluta (ma non della maggioranza semplice, proprio come Conte ieri), da parte dell'allora centrodestra alla .

Un atteggiamento a dir poco singolare, visto che oggi la stampa incorona Conte “forte” di una maggioranza semplice raggiunta a colpi di senatori a vita che hanno sfidato il rischio covid, segretarie berlusconiane ed ex sindacaliste ex “nere” o “rosso-brune”, per non parlare di Ciampolillo (dov'è Ciampolillo?) con il suo si al fotofinish.

Dice tutto – continua il quotidiano – l'espressione dipinta sul volto del Premier, quando sul tabellone è spuntato quel numero fatidico: 308. La sua coalizione s'è fermata lì, ben sotto la maggioranza assoluta (316 voti). Incredulo, il premier s'è messo a controllare i tabulati, apprendendo che in 321 non avevano pigiato il tasto, tra questi i 5 dissidenti venuti già allo scoperto (Destro, Buonfiglio, Gava, Pittelli e Antonione), più Nucara in ospedale, Stagno D'Alcontres «disperso» e Malgieri proprio allora in toilette. Otto «traditori», come li ha definiti in un appunto immortalato dai fotografi.

Bersani non ha perso un attimo per dire al premier «corri a dimetterti», aggiungendo tutto orgoglioso «l'opposizione sa fare il suo mestiere».

Ulderico de Laurentiis
Ulderico de Laurentiishttp://www.uldericodelaurentiis.it
Direttore Responsabile de "La Voce del Patriota".

2 Commenti

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

2
0
Would love your thoughts, please comment.x