Manovra, il Governo Conte fa nuova retromarcia con Bruxelles. Deficit scende al 2

Dal 2,4 al 2,04 fino al 2. In pochi giorni il Governo Conte si trova a effettuare la seconda marcia indietro nei confronti di Bruxelles, passando dalla sfida sovranista alla quieta resa.

Il deficit per il 2019 infatti, stando alle tabelle contenute nella lettera che l’Italia ha inviato a Bruxelles, sarà pari al 2% e non al 2,04%. Dunque scompare il numero annunciato nei giorni scorsi dal governo e compare la nuova stima. Per quanto riguarda invece la stima dell’impatto che avranno le misure introdotte, le risorse da destinare alla riforma delle pensioni, con l’introduzione di quota 100, vengono tagliate di 2,7 miliardiQuelle destinate al reddito di cittadinanza subiranno una decurtazione di 1,9 miliardi.

Il Governo Conte ha inoltre promesso alla Commissione UE che nel 2020 il deficit sara’ all’1,8% del Pil e nel 2021 all’1,5%.

Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,178FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati