degrado e insicurezza a Torre Del Lago
degrado e insicurezza a Torre Del Lago

Viareggio (LU) – Dopo cinque anni di Amministrazione Del Ghingaro si riesce a portare via un camion di macerie dalla Marina di Torre del Lago all’interno di un locale bruciato nel 2013 e il tutto viene decantato come un successo con tanto di paginate sui giornali, ma forse qualcuno pensa che i viareggini e in questo caso i torrelaghesi siano scemi ? Non credo proprio

E’ sotto gli occhi di tutti che questa Amministrazione abbia abbandonato Torre Del Lago, la sua Marina e il Belvedere Puccini per cinque lunghi anni; ora alle soglie delle nuove elezioni amministrative si torna alla carica provando a fare qualcosa per riuscire a riconquistare la fiducia di una frazione ormai delusa e frustrata.

Senza considerare che in campagna elettorale nel 2015 Del Ghingaro aveva promesso una maggior presenza della Polizia Municipale in strada e invece cosa ha fatto? A Torre del Lago ha chiuso il distaccamento di polizia municipale gettando nello sconforto la frazione, preda di spaccio, prostituzione, furti in case, negozi e scuole, aumentando nella popolazione la percezione di insicurezza generale.

Poi, ciliegina sulla torta, nel Giugno 2018 con un’altra paginata di giornale si annunciavano lavori nella Frazione di Torre del Lago per circa 8 milioni di euro in due anni. Niente da fare: anche in questo caso solo piccoli interventi manutentivi e impercettibili a chiunque venga a visitare la città del Maestro Giacomo Puccini. Ora basta, voglio che i viareggini e i torrelaghesi tornino ad avere fiducia e per fare questo occorre ridare spazio alla politica con persone nuove e volenterose.

 

 

Marco Dondolini

Responsabile Esecutivo Comunale Fratelli d’Italia