mercoledì, Agosto 4, 2021

Mig 35, F-22 Raptor, F-35 Lightning II – in uno scontro chi l’avrebbe vinta? La parola agli esperti.

La rivista americana The National Interest continua una serie di test per dimostrare una eventualela supremazia aerea tra gli eserciti di paesi diversi. Questa volta, il caccia russo MiG-35 è stato scelto come sparring partner dei due principali equivalenti americani: Lockheed / Boeing F-22 Raptor e Lockheed Martin F-35 Lightning II.

Si comincia col dire che l’aereo russo appartiene alla generazione 4 ++. Ovviamente, questo pone dei limiti rispetto alla quinta generazione di aerei militari attualmente in circolazione. Significa che nel MIG-35 le tecnologie invisibili non sono completamente utilizzate. Il caccia ha solo un rivestimento di materiale assorbente radar. Inoltre, l’aeromobile non raggiunge la parte del volo a velocità supersonica nella modalità postbruciatore. E questo è probabilmente ciò che interessa. Il resto si adatta bene al concetto di velivolo di quinta generazione. Ma, più importante di tutto, è l’efficacia delle apparecchiature elettroniche e delle armi di bordo.

Va detto che dei due velivoli americani con cui il MiG-35 combatte sulle pagine di The National Interest, solo l’F-22 può essere considerato incondizionatamente un caccia di quinta generazione. L’F-35 ha lo stesso problema in termini di postcombustione supersonica. In questa modalità, non raggiunge, come credono tutti all’unanimità, la velocità di 1,2 M, che è indicata nelle sue caratteristiche ufficiali. Ma ci sono anche altre caratteristiche che lo ridimensionano di livello. Ad esempio, l’impossibilità di creare scomparti interni per armi di volume significativo.

È anche necessario dire sulla  manovrabilità di questi sofisticatissimi aerei. Gli americani affermano che per questi velivoli di quinta generazione, la manovrabilità non gioca un ruolo significativo. Tuttavia, nell’F-35 è, come si dice, sotto l’accettabile. Cioè, in combattimenti ravvicinati, questo aereo è considerato un  “cadavere”. Tra l’altro, è del tutto incomprensibile il motivo per cui sia dotato di una sorta di pistola, che può essere utilizzata solo a brevi distanze.

Dichiarato anche da Lockheed Martin, l’EPR di questo aereo è di 0,001 metri quadrati ha provocato agli esperti sorriso scettico. Analizzando il profilo dell’emisfero anteriore F-35, si ottiene un EPR significativamente più grande. È vero, ciò era dovuto al Raptor – F-22, il cui EPR era indicato a livello di 0,0001-0,0002 mq. In pratica, assoluta invisibilità. Tuttavia, all’inizio di quest’anno dalla Siria è arrivata la schermata del sistema di avvistamento del Su-35C, su cui l’F-22 è chiaramente visibile. C’è stato quasi uno scandalo, ma presto si è risolto anche grazie alla caduta dell’F-35 giapponese sull’Oceano Pacifico.

The National Interest, analizzando le capacità di combattimento del  MiG-35, lo giudica con maggior rispetto del Ministero della Difesa russo, che ne ha ordinati per sé un numero contenuto. Allo stesso tempo, le “autorità competenti” stanno introducendo strenuamente l’idea che questo aereo abbia un eccellente potenziale di esportazione, quindi lascia che il MiG RSK lo venda all’estero.

A questo punto, gli americani si chiedono seriamente quali potrebbero essere i risultati in un combattimento di un MiG-35 con un F-22 e un F-35. E notano il vantaggio del radar aereo Zhuk-A con un array di antenne a fasi attive. Le sue caratteristiche non sono certo  pubblicizzate. È noto che il radar rileva i caccia di quarta generazione con un EPR di 5 mq. 200 km di distanza. Accompagna 30 bersagli.

All’inizio di questo decennio, il MiG-35 non era più in gara anche per l’acquisto da parte dell’India di oltre un centinaio di caccia per la sua Air Force. Tuttavia, quello venduto all’India non era il velivolo attuale, ma il suo semilavorato con caratteristiche significativamente più deboli.  Ora il motore è nuovo, ovvero modernizzato, il MiG-35 ha un rapporto spinta / peso notevolmente aumentato.

Inoltre, l’aereo ha un grande potenziale. C’è una nuova modifica del motore con un vettore di spinta deviante, che può essere fornito al cliente come opzione aggiuntiva. Anche se l’attuale motore è in vantaggio nei combattimenti ravvicinati con entrambi gli aerei americani di quinta generazione.

Tuttavia, il combattimento di aeromobili si svolge spesso a grande distanza. E il lancio di un missile a lungo o medio raggio viene effettuato dall’aeromobile che per primo nota il nemico. E  qui sembrerebbe un vantaggio da parte degli “americani”, il cui ESR è ancora inferiore a quello del MiG-35.

Detto ciò, va sottolineato che questo tipo di comparazione “da salotto”, trova il tempo che trova. Gli aerei difficilmente si scontrano uno contro uno, ma volano in gruppo, e le eventuali battaglie possono essere supportate da radar sul terreno, batterie anti-caccia, aerei AWACS per l’individuazione dei nemici e via discorrendo.  Quindi, come possa evolvere uno scontro di questo tipo nella realtà, è tutto da vedere considerando la quantità enorme di possibilità da considerare.

RK Montanarihttps://www.lavocedelpatriota.it
Viaggiatrice instancabile, appassionata di fantasy, innamorata della sua Italia.
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,579FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x