mercoledì, Agosto 4, 2021

, Danimarca e UK: i richiedenti asilo saranno trasferiti in Africa.

La Danimarca ha approvato una legge che le consente di processare i richiedenti asilo al di fuori dell’Europa.

“Se fai domanda di asilo in Danimarca, sai che verrai rimandato in un paese al di fuori dell’Europa, e quindi speriamo che le persone smettano di chiedere asilo in Danimarca”, ha detto all’emittente DR Rasmus Stoklund, il portavoce del partito di governo sull’.

Di recente, infatti, il parlamento danese ha approvato una nuova legge che consente di trasferire i rifugiati dal suolo danese ai centri di asilo in un paese partner per l’esame dei casi e possibilmente la loro protezione in quel paese.

La Danimarca deve ancora raggiungere un accordo con un paese partner, ma Stoklund ha affermato che sono in corso negoziati con diversi paesi candidati, tra questi è molto gettonato il Ruanda.

Circa un mese fa il Ministero degli Affari Esteri danese ha pubblicato un “Memorandum d’intesa sulla cooperazione in materia di asilo e questioni migratorie” firmato durante una visita del ministro danese per l’ Mattias Tesfaye in Ruanda la settimana precedente.

Nel memorandum, i due Paesi condannano l’attuale sistema di asilo, bollandolo come una struttura “ingiusta e non etica” che incentiva “bambini, donne e uomini a intraprendere viaggi pericolosi lungo le rotte migratorie, mentre i trafficanti di esseri umani guadagnano fortune”.

“È necessario trovare nuovi modi per affrontare le sfide migratorie promuovendo un sistema di asilo più equo e umano basato su un approccio globale”, afferma il memorandum.

Colpire il business del traffico di esseri umani.

Pur affermando che tale approccio includerebbe affrontare le cause profonde della migrazione irregolare, fornire una migliore protezione dei rifugiati nelle zone di conflitto e aumentare l’assistenza alle “nazioni ospitanti, paesi di origine e transito”, sottolinea anche che è “la visione il governo danese che il trattamento delle domande di asilo dovrebbe avvenire al di fuori dell’UE al fine di rompere la struttura di incentivi negativi dell’attuale sistema d’asilo”.

“Allora non c’è alcun motivo per pagare i trafficanti di esseri umani per un posto nel gommone”, ha detto Tesfaye. “E poi non dobbiamo spendere 300.000 corone all’anno per ogni singolo richiedente asilo respinto che si rifiuta di tornare a casa”, ha aggiunto.

Il Regno unito in trattativa con la Danimarca per Hotspot comuni in Africa

A quanto si apprende, a seguito della mossa della Danimarca, il Ministero degli Interni britannico avrebbe discusso con le controparti danesi del “potenziale” di istituire un centro di trattamento dei condiviso in Africa.

Da gennaio ad oggi sono stati registrati oltre 5.000 clandestini sbarcati sulle coste britanniche, raddoppiando il totale nello stesso periodo dell’ondata record di migrazione illegale dello scorso anno.

La tanto attesa legislazione, soprannominata Nationality and Borders Bill, — che sarà introdotta dal ministro dell’Interno Priti Patel la prossima settimana — includerà ora una clausola per consentire al governo di trattenere i richiedenti asilo in un paese terzo.

La mossa è stata modellata sulla  politica dell’operazione australiana sui confini sovrani dell’ex primo ministro Tony Abbott, che ha imposto che i illegali siano rimandati nel loro paese di origine o in un paese terzo per l’elaborazione delle loro richieste di asilo. La politica ha effettivamente eliminato la migrazione illegale di barche nel paese.

Insorgono ONU e , UE mette in dubbio la legittimità

In una dichiarazione di marzo, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati ha esortato il governo danese ad astenersi dall’esternalizzare i propri obblighi di asilo. Tali pratiche “frustrano l’accesso alla protezione internazionale, sono incompatibili con la solidarietà globale e la condivisione delle responsabilità, minano regolarmente i diritti dei richiedenti asilo e dei rifugiati e quindi violano gli obblighi internazionali degli Stati”.

“L’idea di esternalizzare la responsabilità del trattamento delle domande di asilo dei richiedenti asilo è sia irresponsabile che priva di solidarietà”, ha affermato Charlotte Slente, segretario generale del Consiglio danese per i rifugiati , una .

I paesi dell’UE hanno discusso dell’istituzione di tali centri esterni nel 2016-18 dopo che un forte aumento degli arrivi nel Mediterraneo ha travolto il blocco. Le preoccupazioni legali, umanitarie, politiche, di sicurezza e finanziarie hanno eclissato le proposte di allora.

La Commissione europea ha messo in dubbio la compatibilità della legge con gli obblighi internazionali della Danimarca.

La linea dura contro l’ del Governo Social – democratico danese

I socialdemocratici danesi al governo sono ben noti per le loro politiche anti-immigrazione molto intransigenti, che mirano a ” zero richiedenti asilo “. Questa dura posizione sull’ è condivisa anche da altri partiti politici.

La scorsa settimana, si sono verificate proteste in tutta la Danimarca ha revocato i permessi di soggiorno di 189 siriani che vivono in Danimarca. Questo nuovo accordo con il Ruanda è l’ennesima spinta per ostacolare l’ e le domande di asilo nel Paese. Un memorandum d’intesa non è giuridicamente vincolante, ma stabilisce semplicemente il quadro per i futuri negoziati e la cooperazione tra i due paesi. 

Ora che è subentrato anche il Governo di Boris Johnson nella vicenda, gli sviluppi concreti potrebbero subire un’accelerazione.

Torneremo ad aggiornarvi.

Ulderico de Laurentiishttp://www.uldericodelaurentiis.it
Direttore Responsabile de "La Voce del Patriota". Giornalista Pubblicista, laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa con un Master in Comunicazione Multimediale. Militante della destra politica fin da giovanissimo, appassionato di Cybercultura, osservatore curioso dell'Alt-right americana, cultore di Enogastronomia. "Per aspera ad astra"
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,580FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x