Milleproroghe, Rauti (FDI): è un atto di prepotenza politica

“Il milliproroghe è un atto che definirei di prepotenza politica, con un effetto tombale sulla discussione parlamentare. Si tratta di un approccio legislativo sbagliato, figlio e frutto di una incapacità di governo e del mancato rispetto dei termini previsti dalla legge. Insomma il Parlamento è sempre di meno il luogo di decisione, sempre meno è quel lì dove si discute e stiamo diventando una sorta di passacarte, di ‘vidimatori’, di ratificatori mentre ci passano sopra la testa i decreti omnibus con deroghe a procedere”.

E’ quanto dichiara il vicecapogruppo vicario di Fratelli d’Itali al Senato, Isabella Rauti, nel suo intervento in aula sul decreto Milleproroghe.

“Fratelli d’Italia – sottolinea Rauti – ha presentato 130 emendamenti e 3 ordini del giorno e ci sarebbe piaciuto illustrarli uno per uno, dalla valorizzazione del corpo dei vigili del fuoco e le modalità di utilizzo delle risorse destinate dalla scorsa legge di bilancio nonché la proroga nelle assunzioni nella pubblica amministrazione, il differimento della cessazione e la proroga della provvidenza in favore delle imprese editoriali. E ancora, dai servizi di pulizia nelle scuole statali alle concessioni demaniali marittime e quelle autostradali, e ancora emendamenti per alunni con disabilità e per l’accompagno ai grandi invalidi. E tanti sono anche gli emendamenti in materia fiscale e numerosissimi quelli relativi al mondo della difesa, delle forze armate e delle forze dell’ordine per non parlare dello scorrimento delle graduatorie di moltissimi concorsi come quelli relativi alle forze di Polizia, alla Guarda di finanza e al Corpo forestale dello Stato”.

“Potrei continuare – conclude Rauti – ma purtroppo non serve e spiace perché si tratta di richieste specifiche che vengono da comparti che rappresentano la struttura portante del sistema paese oppure da fasce e gruppi sociali vulnerabili che l’azione politica della maggioranza dovrebbe essere capace di includere e sostenere e che invece sta marginalizzando. C’è qualcosa che non potrete prorogare: la tenuta di questo Governo che non arriverà a 1000 giorni di legislatura e gli Italiani potranno tornare a votare ricomponendo la frattura tra popolo e politica che rappresentate”.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,147FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati