Missione Aspides: colpiti due droni nel Mar Rosso

Ieri, la nave Caio Duilio, durante la missione Aspides, approvata dal governo italiano e dall’UE, ha colpito due droni: negli ultimi tempi, la presenza antagonista nel Mar Rosso si è fatta sempre più pesante, mentre le evoluzioni in ambito bellico non tardano a verificarsi.

Il Ministro della difesa italiana, Guido Crosetto, ha precisato che l’impegno militare dovrà essere affiancato anche dalle relazioni diplomatiche, affermando la sua particolare attenzione sulle merci che passano attraverso il mare anche in prospettiva futuro.

Il modus operandi degli Yemeniti, che ormai rivendicano da tempo gli attacchi alle navi commerciali, sta diventando un metodo piuttosto frequente per spingere l’Occidente a cambiare le proprie posizioni geopolitiche sull’attuale crisi mediorientale.

Tuttavia gli Houthi ignorano l’effetto di una possibile escalation, che porterebbe un coinvolgimento ad ampio raggio di molti paesi arabi.

L’uso delle relazioni internazionali per terminare le ostilità sarà sicuramente un ulteriore tassello importante, poiché la cessazione delle ostilità e la tutela pacifica degli approvvigionamenti è l’obiettivo dell’ Italia e di tutti i partner d’Occidente.

Gabriele Caramelli
Gabriele Caramelli
Studente universitario di scienze storiche, interessato alla politica già dall’adolescenza. Precedentemente, ha collaborato con alcuni Think Tank italiani online. Fermamente convinto che “La bellezza salverà il mondo”.
0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x