Mps. de Bertoldi (FdI): no a ulteriore ricapitalizzazione precauzionale

“La ricapitalizzazione precauzionale di MPS nel 2017, che non fu accompagnata da una vera ristrutturazione, si è dimostrata di fatto un’ulteriore dispersione di fondi pubblici che non ha portato a risolvere ma semplicemente a rinviare il problema. Non vorrei, quindi, che ora si preveda un ulteriore -precap- in standalone senza concreta ristrutturazione. Vedo fortemente il rischio che Monte dei Paschi, come già accaduto per gran parte del Credito nazionale, possa cadere nelle mani di qualche gruppo straniero, desideroso di penetrare il mercato interno ed attingere ai risparmi ingenti del nostro Paese, e quindi ritengo che si potrebbe individuare una fase standalone -sui generis-, che si incentri su un’operazione di sistema pubblico privato in ambito nazionale. Lo Stato verrebbe sgravato dal peso della capitalizzazione e si farebbe sostanzialmente carico di una parte degli oneri per la ristrutturazione. Ciò potrebbe rispondere pure all’esigenza insita nel PNRR di costituire, magari con vocazione al Centro-Sud Italia, un ulteriore polo bancario nazionale capace di veicolare i progetti nell’economia reale”.
A dirlo il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, capogruppo nella Commissione d’inchiesta sul sistema bancario finanziario, a margine delle audizioni dell’amministratore delegato di Monte dei Paschi Guido Bastianini e dell’amministratore delegato di Unicredit Orcel.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,388FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati