Nadef: Albano (Mef), politica di bilancio prudente e al contempo espansiva

“Il documento di programmazione economico- finanziaria è caratterizzato da realismo, responsabilità, ma anche da determinazione e rapidità, come evidenziato dal presidente Meloni. La priorità del Governo è contrastare il caro energia e a questo proposito vengono destinate la maggior parte delle risorse: 9 miliardi di extra-gettito fiscale per il 2022 e 22 miliardi in deficit per il 2023. Il nodo energia non viene affrontato solo da una prospettiva emergenziale, ma vengono poste le basi per accompagnare l’Italia a un progressivo percorso di autonomia energetica, consentendo l’estrazione di gas dai nostri mari al fine di destinarlo a prezzi calmierati alle imprese gasivore. Sebbene si tratti di una manovra prudente, compatibile con le Raccomandazioni del Consiglio europeo del giugno 2022, consente di dare un impulso positivo al Pil, il quale è previsto crescere, nel 2023, dello 0,6 per cento, rispetto allo 0,3 per cento dello scenario a legislazione vigente. Iniziamo a porre le basi per permettere all’Italia di ripartire”.

Lo dichiara Lucia Albano, Sottosegretario all’Economia e Finanze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,340FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati