Natalità, Meloni: serve imponente piano di protezione e sostegno alla natalità

“Più che ‘chi me l’ha fatto fare’, mi chiedo ‘chi me l’ha fatto fare così tardi’ e questo è un tema perché in una società che ci considera giovani all’infinito, dopo un certo tempo si fa più fatica, oltre che ci sono fatti naturali che impediscono la maternità”. Così la leader di
Fratelli d’Italia, durante gli Stati Generali della in corso a Roma.
“Avrei voluto fare altri figli, io ci sono arrivata tardi ma di sicuro la maternità è un fatto assoluto che cambia completamente la proiezione della tua vita”, ha aggiunto.

“Nel 2021 abbiamo avuto il record negativo di natalita’ dall’unita’ d’Italia. I figli sembrano
essere diventati un fardello, una cosa antieconomica. E’ sbagliato. Se non facciamo figli ci crolla il sistema di produzione economico e di protezione sociale. Avremo sempre piu’
persone che lavorano e sempre piu’ gente da mantenere. E’ una societa’ che crollera’, senza figli. Questo problema non si affronta solo con un provvedimento ma con un piano imponente di protezione della maternita’ e di sostegno alla natalita’ ma servono soldi. Allora bisogna capire quali sono le priorita’.
Nel Pnrr questa priorita’ strategica non c’e’ ed e’ un problema anche per l’Europa, che non ha un piano famiglie. Sono convinta che il Pnrr debba rivedere i suoi obiettivi e chissa’ se nella revisione non si possa inserire il tema della famiglia, a meno che questa non sia considerata un nemico”.

“Oggi l’attuale andamento demografico è estremamente drammatico, noi abbiamo perso un intero capoluogo di provincia vista la carenza di nascite e la mortalità dovuta al Covid. Siamo in una società dove i figli sembrano essere diventati un fardello. Se noi non facciamo figli crolla tutto il sistema di produzione economico, con sempre più gente da mantenere dal punto di vista pensionistico”.

“Elisabetta Franchi dice una cosa che pensano in tanti, non risolviamo niente scandalizzandoci. Aiutiamo gli imprenditori a scaricare il peso della maternità in termini di contributi. Qui deve intervenire lo Stato”. Lo ha detto la leader di  Giorgia Meloni, intervenendo agli Stati della in corso oggi a Roma.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

15 Commenti

  1. Purtroppo cari Fratelli d’Italia, non ci sarà ripresa della natalità visto che la popolazione femminile italiana per l’emergenza covid è stata massicciamente inoculata con prodotti ancora sperimentali che contengono nanoparticles lipidiche che vanno a depositarsi nelle ovaie inducendo una disregolazione del ciclo mestruale. In Francia è sorta l’associazione “Où est mon cycle?” delle vittime di queste inoculazioni che hanno completamente perso il ciclo mestruale, dunque possiamo definirle in menopausa artificiosamente indotta, anche ragazze di 20-30 anni purtroppo, o che hanno cicli abbondantissimi che non terminano per lungo tempo. In Italia il parlare di ogni effetto collaterale viene soffocato, dunque la politica sinistrorsa continuerà a lamentarsi per la scarsa natalità senza capire che oltre a tutte le ragioni economiche, sociali, culturali, ormai hanno indotto una ragione fisiologica.

    • Ma dall’alto di quale competenza medica o biologica afferma una simile enormità? Quali dati statistici, unica fonte certa in Medicina, confortano queste sue affermazioni? Oppure siamo di fronte alla solita disinformazione che si serve del web per dire assurdità di ogni tipo? Dovevamo tutti morire come mosche di Covid secondo lei e quelli come lei che osteggiano e criminalizzano i vaccini?

  2. Alla radice del “problema” c’è una parolina breve ma enorme:AMORE.
    A questa parola si danno tante valenze ma nel caso di un uomo e di una donna che vogliono amarsi diventa naturale la volontà di essere fecondi ,di donare,di servire.Il contrario dell’egoismo,dell’accentrazione.L’amore nella coppia è una cellula dell’amoreche si allarga alla procreazione,all’attenzione verso i vecchi ed i meno abili,verso chi ci circonda,verso la Patria.
    La radice è una posizione,una ricerca,una tensione spirituale che si alimenta ,per crescere anche nel coraggio di combattere il terrore ,le paure,la miseria.

    • Sono d’accordo. Ma anche il fattore economico è purtroppo molto importante. Se non disponi di familiari che possano sopperire alla presenza della madre nella cura dei figli, là dove la madre ha un impegno lavorativo, oppure se non disponi di tanti soldi per pagare baby-sitter e asili nido, mai gratis, non puoi fare tanti bambini. Per farli devi stare a casa e il marito deve portare un reddito sufficiente a vivere dignitosamente. Escluso da questo discorso chiunque viva in modo egoistico e consumistico naturalmente.

  3. ” Avremo sempre piu’persone che lavorano e sempre piu’ gente da mantenere.” Forse c’è un errore nel senso della frase nella prima parte. Probabimente chi ha scritto voleva scrivere: Avremo sempre MENO persone che lavorano e sempre piu’ gente da mantenere.

  4. Sono nato nel 1956
    All’epoca la famiglia prevedeva un genitore che lavorava e l’altro che stava a casa
    Si occupava quindi delle vicende domestiche con notevole risparmio per la economia della casa e tanto tempo da dedicare ai figli
    Uno stipendio allora bastava per vivere con dignità
    Non eravamo schiavi del pil e del tutti a lavorare
    Poi hanno voluto modificare questa impostazione e le cose infatti dal punto di vista della natalità sono peggiorate progressivamente
    Per fare i figli occorrono le condizioni adatte …la ricetta e’ semplice
    La possibilita dei genitori di scegliere. ..chi rimane a casa va aiutato ecomicamente…incentivare il part-time
    Uscite dalla forsennata e disumana corsa ad aumentare il PIL
    E mettere la famiglia al centro dell’interesse nazionale
    Forse le nascite possono riprendere a crescere..

    • Io ho una 15na di anni più di te, caro Ugo, e mi ricordo quando il PCI, nell’intendimento di staccare la gente dalla chiesa e dalla famiglia, predicava amore libero, regolamento delle nascite e altri discorsi come, “l’utero è mio e lo gestisco io”, oltre naturalmente a innescare la rivendicazione di diritti, anche quelli costosi che pochi potevano permettersi da estendere a tutti a carico dello Stato. Oggi ne vediamo i risultati.
      Io non so se i vaccini siano come dice la dott.ssa Isabella, ma che la nostra società sia dedita alla ricerca di lusso e divertimento, trascurando l’etica e la morale, ed ancor di più l’egoismo ed abbia dimenticato certi principi, è sotto gli occhi di tutti. E sotto questo aspetto, poco giova adornarsi di belle parole sull’accoglienza, su redditi garantiti a cani e porci per oziare. La famiglia è invisa per le sinistre oggi e più di ieri. Chi parla di famiglia e di Patria, viene additato come un fascista. Se poi ci aggiungiamo Dio è fatta, quasi ti tocca eclissarti…..

  5. Sono nato nel 1956
    All’epoca la famiglia prevedeva un genitore che lavorava e l’altro che stava a casa
    Si occupava quindi delle vicende domestiche con notevole risparmio per la economia della casa e tanto tempo da dedicare ai figli
    Uno stipendio allora bastava per vivere con dignità
    Non eravamo schiavi del pil e del tutti a lavorare
    Poi hanno voluto modificare questa impostazione e le cose infatti dal punto di vista della natalità sono peggiorate progressivamente
    Per fare i figli occorrono le condizioni adatte …la ricetta e’ semplice
    La possibilita dei genitori di scegliere. ..chi rimane a casa va aiutato ecomicamente…incentivare il part-time
    Uscite dalla forsennata e disumana corsa ad aumentare il PIL
    E mettere la famiglia al centro dell’interesse nazionale
    Forse le nascite possono riprendere a crescere..

  6. Se non togliamo alle coppie lo stress lavorativo ed economico allora mancherà la volontà di fare figli
    Ma chi me lo fa fare..
    Una popolazione di italiani anziani e pochi giovani
    I figli li faranno solo gli immigrati che non ancora inseriti nel meccanismo
    Questa è una emergenza nazionale

    • Infatti, non solo arrivano sui barconi donne in gravidanza, ma anche bambini e bambine, ed ogni donna extracomunitaria già in Italia in media di figli ne fa da 3 a 5. Ci vediamo fra vent’anni di che colora sarà il nostro Paese…..

      • Infatti caro Franco andando avanti così questi nuovi italiani che entrano in modo indiscriminato ( grazie Lamorgese) diventeranno quelli che ci sostituiscono come popolazione
        Un processo lungo ma la logica dice inevitabile se non faremo qualcosa
        Allora un popolo con millenni di storia come andrà a finire

  7. Questo tipo di società e di sviluppo del dopo guerra ha soprattutto sopraffatto e distrutto i veri valori per i quali è meritevole vivere
    E rimasto solo il dio denaro (sterco del diavolo) a farla da padrone
    Lo vediamo in queste famiglie stressate e nei giovani sbandati (non tutti) senza valori che e si ritrovano solo per sballarsi e fare violenza
    Per forza questi sono purtroppo oggi i loro valori
    Occorre una svolta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,403FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati