Nayib Bukele vince nuovamente le elezioni presidenziali in El Salvador

Con oltre l'85% dei voti, il presidente rieletto di El Salvador, Nayib Bukele, ha assicurato domenica in una conferenza stampa che il suo governo è riuscito a curare il paese dal “cancro” delle gang e ha difeso lo stato di emergenza in vigore da quasi due anni.

“El Salvador aveva un cancro, l'85% del territorio era controllato dalle gang; ma abbiamo fatto un intervento chirurgico e usciremo sani, senza il cancro delle gang”, ha dichiarato.

Il presidente salvadoregno di 42 anni ha respinto le critiche delle organizzazioni per i diritti umani allo stato di emergenza e ha ammesso come “errori” l'arresto di migliaia di persone innocenti.

“Abbiamo cambiato la capitale mondiale dell'omicidio, il paese più pericoloso del mondo nel paese più sicuro dell'emisfero occidentale, e l'unico modo per farlo è arrestare tutti gli assassini”, ha affermato nella sua conferenza stampa.

Il governante ha giustificato che El Salvador abbia il più alto tasso di carcerazione al mondo. Dopo un fine settimana sanguinoso con 87 omicidi, Bukele ha decretato uno stato di emergenza che ha portato in prigione quasi 76.000 persone e ha ridotto ai minimi storici gli omicidi (ufficialmente 2,4 per ogni 100.000 abitanti nel 2023) nel paese che un tempo aveva la più alta violenza criminale del pianeta.

Di fronte alla domanda su cosa ci si può aspettare da un secondo governo sotto il suo comando, ha assicurato che, una volta garantita la sicurezza con la disarticolazione delle gang, ciò che continua è la ripresa economica di El Salvador.

Nayib Bukele è stato pesantemente attaccato dalla stampa di sinistra internazionale per la sua “mano dura” contro il crimine organizzato che terrorizzava il suo paese. Su questo argomento, sul suo account X, ha detto che i giornalisti che lo criticano “sono pagati da George Soros”, aggiungendo che non sono giornalisti ma “attivisti politici con un'agenda globale definita”.

La schiacciante vittoria del salvadoregno potrebbe potenziare i candidati di destra in America Latina, soprattutto per coloro che, come Bukele, promettono una “mano dura” contro la criminalità.

Candela Sol Silva
Candela Sol Silva
Studentessa di ingegneria, giornalista e intervistatore. È stata responsabile della campagna elettorale e addetta stampa del candidato alla Camera dei Deputati di Fratelli d'Italia in Sud America, Vito De Palma, alle ultime elezioni del settembre 2022.
0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x