Nuovo bavaglio comunista a Hong Kong. Chiude Citizen News.

Citizen News' chiude contro "il peggioramento delle condizioni per i media" nell'ex colonia britannica

L’elenco dei media indipendenti di Hong Kong continua a ridursi a un ritmo allarmante, riflettendo l’irrimediabile corso autoritario del territorio. Il portale “Citizen News” è stato chiuso questa mattina , appena cinque giorni dopo che “Stand News” ha fatto lo stesso a causa delle molestie del governo.

“Purtroppo, i rapidi cambiamenti della società e il peggioramento delle condizioni dei media ci rendono incapaci di raggiungere i nostri obiettivi senza paura. Di fronte a questa crisi, la prima cosa è assicurarsi che tutti a bordo siano al sicuro”, ha annunciato la pubblicazione attraverso un comunicato ufficiale condiviso ieri lunedì. Il testo specificava inoltre che la chiusura sarebbe entrata in vigore a partire da martedì.

 

La storia di ‘Citizen News’ risale al 2017, quando fu fondata da dieci giornalisti veterani, già allarmati dai tentativi del Partito Comunista Cinese di erodere i diritti e le libertà prevalenti nell’ex colonia britannica. Il suo modello di business si basava sulle donazioni dei suoi utenti e sui social è stato definito un portale “senza affiliazione di partito, che aspira a promuovere i valori fondamentali di Hong Kong come la libertà, l’apertura, la diversità e l’inclusione”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,757FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati