OCSE, Terzi (FdI): necessario coordinamento tra paesi OCSE per arginare la disinformazione

Questo pomeriggio il Sen. Giulio Terzi () è intervenuto nella riunione della rete parlamentare globale dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) in corso a Parigi sulla disinformazione. Il punto sollevato da Terzi è l'urgenza di giungere ad un coordinamento tra i Paesi OCSE volto a neutralizzare i tentativi di diffusione di false informazioni, in primis da Russia e Cina. Perciò ha ricordato la risoluzione della Commissione Speciale sulla disinformazione e le interferenze straniere del Parlamento europeo del 2022 e la risoluzione della plenaria del Parlamento europeo del 2019 sulla pericolosità di fenomeni criminali propagandistici come furono il nazismo e lo stalinismo. In quest'ultima sono denunciati i tentativi di distorsione della realtà da parte di potenze come la Russia per minare la democrazia europea e si invita la Commissione ad una decisa azione di contrasto di tali tentativi. Le comunità si dividono, le economie si destabilizzano, i dissidenti falsamente accusati di terrorismo o separatismo sono esposti a rischi sempre maggiori. Lo insegnano i casi del leader uiguro Dolkun Isa, etichettato come terrorista da Pechino e vittima di un mandato d'arresto internazionale tramite la notifica Red Notice dell'Interpol; oppure il caso del leader dell'opposizione russa, Alexei Navalny, accusato e condannato perché ritenuto una minaccia per la sicurezza nazionale. Infine, auspicando la regolare tenuta di assemblee OCSE per attività di monitoraggio e di follow-up sulla circolazione e prevenzione della disinformazione, Terzi ha ricordato che anche l'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa si è espressa in tema con una risoluzione del giugno 2021 sul “diritto alla conoscenza” in cui gli Stati membri sono esortati ad un'opera di sensibilizzazione discutendo pubblicamente di questo ed altri aspetti dei rischi associati alla disinformazione e all'ingerenza straniera antidemocratica, al fine di sviluppare una duratura consapevolezza nelle opinioni pubbliche. Se non affrontata, la disinformazione può essere devastante dal punto di vista politico, economico e culturale.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x