Partite Iva. Ricchiuti (FdI): è in atto vera e propria fuga. Colpa scelte sbagliate ultimi governi

“La pandemia ha colpito in modo drammatico in termini di posti di il settore privato. I dati Istat riferiti al terzo trimestre non lasciano scampo ad interpretazioni: i lavoratori autonomi sono 350mila in meno rispetto allo stesso trimestre del 2019. E’ in atto una vera e propria fuga dalla partita Iva. L’emergenza sanitaria ha accentuato le criticità e la disparità di trattamento tra i vari modelli di lavoro. Vedere giovani che avviano una propria attività diventa sempre più raro, anche questo ribadito dall’Istat. E questo è un brutto segnale per tutta la nostra economia. Si va alla ricerca spasmodica del posto fisso, ma la domanda è: chi dovrà produrre tali posti di lavoro? Lo Stato? Le multinazionali? Tale situazione si è sviluppata non per la pandemia ma per le scelte sbagliate dei governi che si sono succeduti in questi due anni. Basta guardare la risposta a questa emorragia di lavoratori autonomi del governo Draghi. In vista del budget 2022 dell’Agenzia delle Entrate riportato in legge di Bilancio sono ripartiti, e soltanto in questa prima fase, oltre 220mila controlli e accertamenti sulle Partite Iva; per non parlare del ritardo e insufficiente intervento su bollette energetiche e ristori. Se questo è il modo per far capire che non c’è più spazio in questo paese per le PMI è sufficiente dirlo chiaramente senza ulteriori vessazioni”.

Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile del Dipartimento Imprese e Mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,402FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati