Pescherecci sequestrati in Libia, Cirielli (FdI): “un abuso contro l’Italia”

“Visto che la Marina Italiana viene utilizzata dal Governo Giallorosso come servizio taxi di ausilio agli scafisti è normale che si verifichino questi abusi ai danni del popolo italiano”. Lo denuncia, in una nota, il Questore della Camera e membro della Commissione Affari Esteri della Camera Edmondo Cirielli (FdI) commentando il sequestro di due pescherecci italiani in Libia: “Purtroppo non è la prima volta che avvengono episodi del genere. D’altronde, invece di difendere la libertà di navigazione delle nostre navi e la libera circolazione nelle acque internazionali – aggiunge Cirielli – l’Esecutivo Pd-M5S continua a favoreggiare l’ clandestina mantenendo frontiere e porti aperti. E pensare che da anni riempiamo di soldi la Libia, segno che ormai l’Italia non conta veramente più nulla e che gli italiani sono alla mercé della pirateria e dei prepotenti di tutto il mondo. Il Governo italiano si adoperi per riportare in tempi rapidi i due pescherecci in Patria e per fare luce sui motivi che hanno portato al loro sequestro da parte delle autorità libiche” conclude Cirielli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,125FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati