Pisano (FdI): SERD a Quartu Sant’Elena

“La discussione sul futuro del SERD a Quartu Sant’Elena dura da anni. Ora si è arrivati al punto in cui la città rischia di perderlo definitivamente e questo non può essere permesso. Il valore sociale e sanitario di una struttura simile è fondamentale per la terza città della Sardegna, in cui crisi, disoccupazione e disagio rischiano di alimentare le diverse forme di dipendenza: sono quasi mille i pazienti che usufruiscono del servizio, anche non quartesi, dando una dimensione non solo locale del problema”, dichiara Michele Pisano, capogruppo di Fratelli d’Italia.
“Per mesi ci si è illusi che il nuovo stabile sarebbe stato nel futuro plesso socio-sanitario di via Cilea, con ingresso specifico di via Mercadante. Questa si è rivelata un’illusione visti i tempi di realizzazione e parrebbe abbia impedito di lavorare su un’alternativa precisa, cercando un locale adeguato e consono, rispetto a quello inagibile di via Cavour, come più volte denunciato – tra gli altri – anche dai sindacati”, prosegue Pisano.
“Serve che si definisca un tavolo tra tutte le parti coinvolte, al fine di implementare gli sforzi per arrivare a una soluzione che possa garantire alla città un servizio tanto importante. Il gruppo consiliare di Quartu Sant’Elena ha audito il presidente della commissione regionale Nico Mundula e il capogruppo in Consiglio regionale Fausto Piga, che si sono già attivati al fine di dare il proprio contributo alla risoluzione della vicenda, nelle more delle responsabilità di ciascun ente coinvolto”, conclude Pisano.
Per i consiglieri regionali Mundula e Piga “il SERD nella terza città della Sardegna è un servizio fondamentale. Da parte nostra c’è il massimo sforzo per dare un supporto adeguato alla risoluzione della vicenda. Abbiamo avviato interlocuzioni con la ASL, in particolare con il Direttore della ASL8 Marcello Tidore, e l’auspicio è che si possa arrivare presto a una notizia positiva”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Discussioni

12,032FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati