Ponte Catolfi, Veneri-Casucci: “La Regione quantifichi i danni economici subiti da cittadini e attività a causa dei ritardi nella costruzione del ponte”

“Già in casi analoghi la Regione ha previsto interventi straordinari dopo il crollo del Ponte di Albiano ad Aulla e la chiusura del Ponte degli Alberghi e del Ponte dei Mandrini nel pistoiese”

“Il ponte Catolfi, nel comune di Laterina-Pergine Valdarno, rappresenta un elemento strategico per la viabilità locale, e i lunghissimi ritardi nella sua costruzione hanno causato, e continuano a creare, importanti disagi ai residenti ed alle attività economiche, in termini di tempo e di danni economici, a causa della viabilità alternativa oggettivamente inadeguata, scomoda e inefficiente. La Regione deve adoperarsi affinché venga rispettato il nuovo crono-programma dei lavori di costruzione del ponte Catolfi e deve quantificare i danni economici subiti da cittadini e attività produttive a causa dei ritardi dei lavori, così da garantire un tempestivo e adeguato sostegno”. Lo chiedono, con una mozione, il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Gabriele Veneri, ed il vicepresidente del Consiglio regionale, Marco Casucci (Lega), che già in passato si era interessato con un’interrogazione per chiedere conto della fine dei lavori.

“Anche recentemente, la Regione ha previsto interventi straordinari per fronteggiare le conseguenze economiche relative all’interruzione di alcune viabilità, come la legge regionale 10 luglio 2020, n.58 per fronteggiare le gravi conseguenze relative alla chiusura del “Ponte degli Alberghi” e del “Ponte dei Mandrini” in Provincia di Pistoia, e la legge regionale 10 luglio 2020, n.59 per far fronte alle conseguenze economiche successive al crollo del Viadotto di Albiano sul Fiume Magra che collega l’abitato di Santo Stefano di Magra con l’abitato di Aulla -ricordano nella mozione Veneri e Casucci- E’, perciò, appropriato, valutare l’opportunità di riconoscere un sostegno finanziario in favore di cittadini e attività economiche, che hanno sede operativa in prossimità del ponte Catolfi”.

“La fine dei lavori ed il collaudo per il ripristino del ponte e della viabilità collegata erano attesi per la fine di dicembre 2020, ma, a causa di ritardi dovuti a mancate consegne nelle forniture programmate per l’emergenza Covid e ad una variante al progetto in corso d’opera, la fine dei lavori è stata posticipata al 19 luglio 2021. Un’ulteriore mancanza, rispetto ai tempi previsti per i lavori, da parte della Regione e dell’amministrazione comunale targati Pd -fanno notare i due consiglieri regionali- Molti cittadini residenti nei pressi della passerella sull’Arno nella frazione di Ponticino lamentano, a causa dei ritardi dei lavori, gravi disagi negli spostamenti e non pochi oneri economici. Il ponte collega in pochi minuti l’abitato di Ponticino con il centro di Laterina, essendo stata abbattuta la vecchia costruzione e non ancora ultimata la nuova, chi vive nella zona deve percorrere una viabilità alternativa che allunga i tempi e le distanze di viaggio per le attività quotidiane (recarsi al , portare i bambini a scuola, andare a fare la spesa) con conseguenti aumenti dei costi. Le attività economiche e commerciali subiscono, da oltre tre anni, ingenti cali di fatturato e perdite di clientela a causa della inagibilità del ponte Catolfi”.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,580FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x