Porto Viareggio, FdI: “Telenovela finita, adesso al lavoro con il sabbiadotto e l’attuazione della variante al nuovo piano regolatore portuale”

Intervento di Fantozzi, Dondolini e Pagano dopo il decreto della Regione che ha nominato Alessandro Rosselli nuovo segretario dell’autorità portuale di Viareggio. “A più riprese avevamo sollecitato una soluzione di una vicenda che era diventata insostenibile. Purtroppo, il Comune di Viareggio ed il sindaco Del Ghingaro hanno annunciato che impugneranno il decreto”

“A più riprese avevamo sollecitato una soluzione di una vicenda che era diventata insostenibile. Adesso che la telenovela è finita, subito al per realizzare il sabbiadotto e per attuare la variante al nuovo piano regolatore portuale, che sembra finita nel dimenticatoio”. Lo dichiarano il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, vicepresidente della Commissione Sviluppo economico, il Consigliere comunale di Viareggio, Marco Dondolini, e Silverio Pagano responsabile dipartimento porto e attività portuale, dopo il decreto del Presidente della Regione che ha nominato Alessandro Rosselli nuovo segretario dell’autorità portuale di Viareggio.

“Con il ripristino del funzionamento ordinario della autorità, si devono accelerare anche tante pratiche rimaste bloccate, pratiche di che operano nel demanio. Il porto ha bisogno del pescaggio che deve rimanere costante per evitare che ci siano problemi per le imbarcazioni all’ingresso e all’uscita, bisogna eliminare gli annosi problemi di insabbiamento. C’è, poi, bisogno di una viabilità adeguata, la cosiddetta “via del Mare” che per un breve tratto passa anche all’interno del Parco. Di un determinato sistema di viabilità necessità anche banchina commerciale del porto di Viareggio. Purtroppo, il sindaco Del Ghingaro sembra ignorare l’importanza del porto di Viareggio. Il Comune ha già annunciato che impugnerà il decreto della Regione alla luce della mancata intesa fra enti. Nella delibera di nomina della giunta regionale è scritto nero su bianco che il sindaco di Viareggio si è dimostrato non collaborativo ed ha bloccato l’iter di nomina, fossilizzandosi su un nome che non aveva i requisiti previsti. Fratelli d’Italia, pur essendo rispettosa della legge e non condividendo la forzatura operata dalla Regione, non condividiamo il ricorso del sindaco di Viareggio, che bloccherebbe nuovamente la città, in quanto indisponibile come da mesi a questa parte ad indicare un altro nome” sottolineano gli esponenti di FdI.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,297FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati