Quirinale, Rampelli (VPC-FdI): bene segnali distensivi di Letta, centrodestra sia protagonista

“Sotto l’albero di Natale non avremo certamente il nuovo Capo dello Stato. Ma il centrodestra arriva a questa scadenza con 450 grandi elettori, cioè una maggioranza relativa; mentre il restante 55 per cento è molto disarticolato, non può essere considerato una maggioranza. Il Pd deve rinunciare all’idea di eleggere, per l’ennesima volta, una sua personalità. Ben vengano i segnali distensivi di Enrico Letta, ma il centrodestra deve recuperare una capacità di protagonismo sulla partita quirinalizia. Nel caso in cui Mario Draghi volesse lasciare Palazzo Chigi per andare al Quirinale, bisognerà immaginare un calendario che porti il Paese alle elezioni anticipate il più velocemente possibile per fare in modo che l’Italia torni a essere una vera democrazia e i cittadini hanno il diritto di scegliere da chi vogliono essere governati”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia intervistato da Fausto Carioti su Libero Tv in merito al confronto sul futuro Presidente della Repubblica italiana.

Clicca qui per leggere l’intervista di Fausto Carioti a Fabio Rampelli su Libero Tv.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,483FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati