. Balboni (): inammissibili ritardi su Tfr dipendenti pubblici. Attuare subito decreto legge

“Il governo stipuli l’accordo quadro con le banche e gli intermediari finanziari, previsto dal decreto legge istitutivo di , per consentire l’erogazione della buona uscita, per un valore massimo di 45mila euro, per quei dipendenti pubblici che hanno deciso di andare in pensione attraverso . Una situazione paradossale e inammissibile che penalizza due volte i dipendenti, che oltre a non godere della legittima buona uscita si trovano costretti anche a vedere dilatati i tempi di liquidazione del trattamento di fine servizio”. Così il senatore di Fratelli d’Italia, Alberto Balboni, vicepresidente della Commissione Giustizia, che ha presentato un’interrogazione in merito al ministro del Lavoro e dell’Economia.
“Un intervento doveroso da parte del governo anche alla luce della sentenza della Corte Costituzionale, che invita il Parlamento a ridefinire urgentemente l’intera materia perché l’incertezza di una giusta e tempestiva retribuzione è in contrasto con i principi costituzionali e non tutela la dignità umana. Tutte buone ragioni per auspicare un tempestivo intervento dei ministri Catalfo e Gualtieri” conclude il senatore Balboni.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,347FansLike
4,191FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x