, Mollicone (): “Con mozione del archivio espropriato”

“L’approvazione della mozione del su è un atto di esproprio.

La mozione di maggioranza chiede di attivare una convenzione di tre anni ma al solo scopo di “concludere l’attività di digitalizzazione e messa in sicurezza degli archivi di anche antecedenti all’attivazione della prima convenzione del 21 novembre 1994, e per un importo che copra esclusivamente il costo del personale necessario allo svolgimento di detta attività, prevedendo quale condizione per la stipula di predetta convenzione che l’archivio digitale resti formalmente vincolato all’uso pubblico”.
In poche parole, la stanno chiudendo forzosamente e la vita dell’archivio verrà slegata dall’emittente stessa. Al Senato è stato notificato un atto di esproprio.

L’archivio di è una fonte pregiata della storiografia contemporanea, considerato di notevole interesse storico, essendo l’unico archivio ad avere conservate, archiviate
e ricercabili su internet, le registrazioni delle sedute della Camera dei deputati dal ’76 all’89 e del Senato dal ’76 al ’97.

Un archivio politico, parlamentare, fatto di registrazione dei congressi dei partiti e dei  movimenti -anche molto lontani dalla tradizione politica dei Radicali- perfino giudiziario.

L’archivio di è prezioso e completamente complementare con l’archivio della Rai.

Durante l’audizione del AD Rai Salini ho chiesto, appunto, lo stato delle trattative fra e l’azienda, a cui è stato risposto che non ci sono novità ma ci sono state interlocuzioni. Ci auguriamo che questa possa essere una delle soluzioni in campo per salvare .”

E’ quanto dichiara Federico Mollicone, capogruppo di in commissione Cultura alla Camera.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,257FansLike
4,191FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x