Rai. Montaruli (FdI): Azienda dia risposte su antisemitismo. Per esponente di sinistra è solo errore?

“La Commissione Vigilanza Rai affronti il caso relativo alle dichiarazioni di un conduttore di Radio Rai rivolte alla collega Ester Mieli, e del tentativo di screditare una sua posizione in quanto ebrea. Il caso rasenta l'antisemitismo ed è una vergogna gravissima, non un semplice errore come sostenuto oggi da alcuni colleghi in Vigilanza. Alla vigilia del 25 aprile è ancor più inquietante che ad una collega sia chiesta la sua confessione ebraica. Ci auguriamo che la Vigilanza valuti in tempi brevi, così da consentire ai vertici Rai di prendere gli opportuni provvedimenti e relazionarci in Commissione in occasione dell'8 maggio. L'antisemitismo è una realtà che non può essere ignorata, nè si può ridurre il tutto a semplici errori. Se le opposizioni proveranno a uscire dalla difficoltà di ammettere che l'antisemitismo è una piaga che colpisce persone di destra, proprio nel tentativo di screditarle, è libera di chiedere anche in questo caso la presenza del giornalista se lo vorranno. Noi applicheremo sempre lo stesso criterio, a differenza della sinistra per cui evidentemente le regole si piegano a seconda del soggetto a cui si applicano”.

Lo dichiara la deputata di Fratelli d'Italia, Augusta Montaruli, vicepresidente della Commissione Vigilanza Rai.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x