RdC. Calandrini (FdI): M5S continuano a difendere un fallimento totale

“Dopo le strampalate lezioni di geometria, dal Movimento 5 Stelle arrivano anche lezioni a Fratelli d’Italia e a su quanto sia efficiente il reddito di cittadinanza. Giova ricordare ai grillini che il fallimento del reddito di cittadinanza è stato sancito dalla Corte dei Conti nei giorni scorsi, che di certo non è un partito politico. Il dato clamoroso che indica che solo il 2 per cento dei percettori della misura ha trovato un lavoro, e che anche i navigator di fatto non siano operativi, dovrebbe indurre i 5 Stelle a riflettere prima di continuare ad attaccare l’opposizione. Non può reggere la scusa che il Covid ha rallentato l’implementazione del tutto, perché la verità è che il RdC non stava funzionando neppure prima della pandemia. Ma i grillini continuano a sostenere che il reddito di cittadinanza abbia abolito la povertà, dimenticando in quanti casi è stato elargito a delinquenti e finti bisognosi. La verità è che questa misura costa 7 miliardi di euro l’anno che mai come in questo momento storico potevano essere spesi diversamente, ad esempio per aiutare il tessuto economico produttivo italiano, salvando posti di e creandone di nuovi. La logica assistenzialista del Movimento 5 Stelle non è sostenibile, è dall’imprenditoria e da serie politiche per il che bisogna ripartire, cosa che la maggioranza di governo stenta a capire”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Nicola Calandrini, capogruppo in Commissione Bilancio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,182FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati