Rimborsi risparmiatori: la confusione regna sovrana

6 views

 

Dopo l’uscita, due settimane fa, della insoddisfacente norma sui rimborsi ancora non si conosce la paternità del condono a tutela delle Banche e degli Organi di Vigilanza, e si è creato, probabilmente ad arte, un divide et impera tra le associazioni dei risparmiatori assai poco funzionale al soddisfacimento delle nostre istanze.
Assistiamo ad una confusione senza precedenti dove, nella stesura degli emendamenti di modifica alla norma, gli stessi due sottosegretari incaricati, da una parte Villarosa, dall’altra Bitonci, sembrano a loro volta andare su due binari diversi.

Da una parte Villarosa esorta la creazione di una cabina di regia con i rappresentanti veneti, chiedendo loro di riuscire nella stesura di un testo unico, che tra l’altro, non accoglie le richieste di modifica dei rappresentanti delle 4 banche risolte,  non nominando neppure gli obbligazionisti, dall’altra Bitonci inaspettatamente anticipa i tempi annunciando alle agenzie la presentazione di un emendamento firmato Lega, dall’altra ancora il Vice premier Di Maio incontra una delle Associazioni venete più critiche con il provvedimento instaurando un dialogo che non prevede il coinvolgimento di altri.

Cosa si pensa di ottenere dando in carico alle Associazioni, (bellicose tra loro perché in conflitto di interessi) la responsabilità della stesura di un testo che accontenti tutti? Non dovrebbe essere in capo al Ministero dell’Economia una tale responsabilità? non dovrebbe essere il Mef stesso il garante di un’operazione chiara di discernimento delle varie richieste di modifica?

Pretendiamo quindi che si faccia una esemplare chiarezza sulla vera volontà politica di rimborsare i risparmiatori coinvolti dalla gestione criminale di quelle banche, con il benestare degli organi di controllo, e sulla volontà di non dare alcun salvacondotto alle banche e ai banchieri che hanno compiuto quei.
Per questi motivi ribadiamo ancora di più l’esigenza di un incontro di garanzia con i Ministri e Di Maio, in quanto appare fin troppo evidente e irritante la volontà degli interlocutori avuti fino adesso di proseguire con il gioco delle tre carte.

Letizia Giorgianni
Letizia Giorgianni
O te ne stai in un angolo a compiangerti per quello che ti accade o ti rimbocchi le maniche, con la convinzione che il destino non sia scritto. Per il resto faccio cose, vedo gente e combatto contro ingiustizie e banche. Se vuoi segnalarmi qualcosa scrivimi a info@letiziagiorgianni.it
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,946FansLike
4,047FollowersFollow

Leggi anche

Il sito proibito da Twitter sulle frodi elettorali negli USA.

Defending The Republic - A difesa della Repubblica si chiama il sito web della campagna legale istituita da Sidney Powell per difendere e proteggere...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Il sito proibito da Twitter sulle frodi elettorali negli USA.

Defending The Republic - A difesa della Repubblica si chiama il sito web della campagna legale istituita da Sidney Powell per difendere e proteggere...

2 milioni di euro da big del tabacco alla Casaleggio, Sansonetti: “scoppia cinquestellopoli”.

“Abbiamo trovato pagamenti per 2 milioni di euro alla Casaleggio da parte della Philip Morris. Nello stesso periodo il Parlamento con l’aiuto del Movimento...

Orbàn: “L’Europa non si sottometta al network di Soros”.

Il Primo Ministro dell'Ungheria, Viktor Orbàn, risponde ad un articolo del finanziere George Soros apparso il 18 novembre scorso sul sito Project Syndicate, in...

Meloni: basta femminicidio e violenze, chiediamo giustizia e tutele per le donne.

I dati delle violenze sulle donne, figli dell’indegna “cultura” della donna sottomessa e del dramma delle violenze domestiche, sono terribili e inaccettabili: 91 i...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x