Rogo Primavalle, Meloni: noi non dimentichiamo i Fratelli Mattei

“Sono trascorsi quasi 50 anni da quando Stefano e Virgilio rimasero uccisi nel rogo appiccato nella loro abitazione dai militanti comunisti di Potere Operaio. Una strage che non ha mai ricevuto vera Giustizia. Noi non dimentichiamo i Fratelli Mattei, vittime innocenti dell’odio ideologico”.

Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

16 Commenti

  1. Se fossero appartenuti all’area di sinistra, i vari presidenti della repubblica, Mattarella in prima posizione sarebbero andati a deporre la corona sotto la targa a loro dedicata, accompagnato da un gruppo di Partigiani dell’AMPI. Sono degli emeriti FARISEI.

    • Molto vero quello che dici, io vengo dal bellunese dove c’è la “foiba bus de la lum”, appartengo per nascita al comune dove c’è la foiba, conosco il posto dove c’è la foiba, da ragazzino sentivo i commenti dei vecchi di paese sui fatti di certi partigiani in quella zona, non ho mai capito perché i partigiani predassero i poveri beni dei contadini del posto, si servivano a loro piacere, requisendo quanto serviva loro, buttavano vivi o sparavano loro ai limiti della foiba affinché cadessero dentro. Fatto raccapricciante: “la moglie partoriente di un gerarca fascista del luogo zona oltre Vittorio Veneto, fu gettata gravida partoriente in foiba perché moglie di un fascista, non potendo seguire il marito in fuga e non volendo dire dove andava il marito, fu gettata viva in quella foiba! Oggi i quei delinquenti “partigiani “ sono ricordati come “EROI DELLA PATRIA ITALIANA”, COMPLIMENTI!!!!!!!!

      • Te lo dico io cos’erano quei luridi esemplari di comunismo : SPARTIGIANI ASSASSINI.
        Spartivano quello che non era loro e assassinavano chi si opponeva. Di quella povera donna ho sentito parlare anch’io che sono di Mantova, è stata trucidata dalla famosa compagnia del compagno BULOW, alias Arrigo Boldrini che poi era il padre della “nostra cara” Boldrini che è stata Presidente della camera dei deputati. I sinistri ancora oggi portano dei delinquenti in Parlamento. Ma quel che più nuoce è che ci sia chi li vota.

        • Anche in Piemonte quegli “eroi” della libertà ne hanno fatto di ogni genere! Ho conosciuto una Persona che -per lavorare e mantenere tre figli, fratelli e sorelle oltre che i genitori- ha dovuto prendere la tessera ma non ha mai fatto politica: l’hanno massacrato di botte e lasciato macilento e sanguinante in un fosso per 3 giorni e 3 notti ed era dato per scomparso e morto. Si è trascinato fino a casa dove è stato curato e rimesso in sesto, ma non ha mai raccontato nulla né fatto nomi. Negli anni successivi ha nascosto e salvato in casa sua, nascosti nel fienile, diversi ebrei, partigiani e sfollati genovesi. Al Suo funerale, l’ultimo superstite dei Suoi massacratori era dietro la sua bara, con gli occhi gonfi di lacrime.

    • Emeriti farisei? Solo? Ma se sono i figli dei partigiani dell’Emilia, del famoso Triangolo della Morte!!!!!
      quali farisei, ASSASSINI è IL LORO NOME.

  2. E’ CARATTERISTICA DISTINTIVA DEI KOMPAGNOSKY STRAFREGARSENE DEGLI ECCIDI E DELLE VITTIME DA LORO COMMESSI, MA NEL CONTEMPO STREPITANO E DENUNCIANO CHI SOL, OGGIGIORNO, OSA SALUTARE A BRACCIO ALZATO E MANO APERTA !!! ED IRRITA ENORMEMENTE LA CONDIVISIONE DI TANTO FARISAICO COMPORTAMENTO DA PARTE DI TOGHE ROSSE E NON SOLO !!!

  3. La violenza rappresenta il peggior volto di chi ne fa uso.Vissi in prima persona il dramma di quella famiglia,facendo parte di quel quartiere.Primavalle appunto.Il dramma nel dramma di una famiglia distrutta.

  4. Nella notte del 16 aprile 1973 fu versato del liquido infiammabile sul pianerottolo antistante l’appartamento di Mario Mattei, segretario della sezione del Movimento Sociale Italiano di Primavalle. Divampò un incendio che distrusse rapidamente l’abitazione. Mentre gli altri familiari riuscirono a porsi in salvo, due dei figli del Mattei – Virgilio di 22 anni e Stefano di soli 10 – morirono carbonizzati. Le indagini si orientarono sull’extraparlamentarismo di sinistra e vennero indagati appartenenti a “Potere Operaio”. Furono posti in essere tentativi di depistaggio, volti ad accreditare l’ipotesi di una faida interna alla destra. Gli imputati furono dapprima assolti per insufficienza di prove. In seguito furono condannati, pur se per reati meno gravi di quello di strage originariamente contestato. La prima assoluzione consentì però agli imputati di fuggire all’estero e di ottenere, alla fine, che la pena loro inflitta fosse dichiarata prescritta. Per accertare le coperture e gli appoggi logistici di cui gli imputati poterono fruire furono aperti separati procedimenti.
    A distanza di quasi mezzo secolo è impossibile dimenticare la raccapricciante fotografia che ritrae una figura affacciata a una finestra: era Virgilio ormai carbonizzato, simile a una statua.
    Nella nostra “democratica” Italia per questi due martiri non è MAI arrivata la giustizia…

  5. Mi ricorda l’attuale GUERRA in UCRAINA ove gli ucraini denunciano scandalizzati gli orrori e i crimini delle forze di Putin per poi gioire e vantarsi per l’uccisione de migliaia di giovani russi come se loro fossero moscerini fastidiosi da sterminare. Lo stesso capita da noi ove i caduti di una parte sono MARTIRI da santificare e gli altri non sono altro che monnezza da gettare in discarica.
    Ho comparato un libro sulla Storia del quartiere “PIGNETO” scritto, evidentemente da uno di sinistra, in cui si depreca e si ricorda l’assassinio di un giovane di sinistra. Nessuna parola è stata spesa dallo scrittore per ricordare le vittime di destra uccise da persone di sinistra. Sono numerose e tra loro ci sono anche donne e anziani.
    Se siamo a questo punto significa che il Demonio si è impossessato delle nostre menti e che ci attende un ben triste avvenire.
    Gallozzi Ferdinando

    • Ricordati le mie parole. Draghi sta scherzando con il fuoco, non perché aiuta gli Ukraini che sarebbe doveroso. Ma perchè apertamente, senza diplomazia si schiera troppo da una sola parte, senza capire che le ragioni, specie quelle di una guerra, MAI stanno da una sola parte. Stamattina ho letto un’interrogazione fatta ad un giovane Ukraino, da un corrispondente di La7, che chiedeva a questi : A chi appartiene il Donbas? se è Ukraino come dite sarà abitata da Ukraini, no? Ed allora, perché Zeleski, (lo scrivo come posso), per 8 anni ha bombardato chi vi abitava che sono Ukraini?
      Io non propendo per nessuno che siano Russi o Ukraini, so che Putin non doveva fare una mossa tanto criminale, ma…..ma…….ma……

      • Ma…ma…e’ stato provocato e attirato nella trappola.
        Io ancora non ho capito molto di questa guerra ma non mi piace essere preso in giro da quelli che mi raccontano fesserie sia pure a fin di bene. La Russia è stata provocata e offesa, circondata e minacciata da armati con armi micidiali che si preparavano da anni alla guerra. Ripeto, forse fanno bene a distruggere la Russia per accerchiare la Cina che minaccia l’Australia ma non mi venissero a prendermi per il naso volendomi far credere che la colpa della guerra è solo dei russi. Mi sento offeso da questo tentativo di plagio nei miei confronti. Sono anni che sentivo parlare della necessità di una nuova guerra in Europa e quando ho scritto invocando l’accompagno al manicomio di chi la voleva fare, allora, sono stato cacciato da tutti i Social in cui non posso più intervenire seppure, immagino, ne risulto ancora iscritto.
        Gallozzi Ferdinando

        • Quale film hai letto, ammesso che tu sappia leggere? >>la Russia è stata provocata e offesa, circondata e minacciata da armati con armi micidiali che si preparavano da anni alla guerra<< Quella che tu chiami Russia NON E' ALTRO che la famigerata vergognosa URSS che ha cambiato nome, il suo 'presidente' non è altro che il nipotino di Stalin che vuole lasciare alla storia una indelebile traccia delle sue nefandezze, in una nobile gara con il suo omologo del secolo scorso Hitler. La propaganda sovietica "nuoce gravemente alla salute" mentale dei più deboli.

          • Io sono pro Italia e prevedo guai a seguito di questa guerra. Auspico una alleanza Atlantica forte e coesa ma sono contro Biden e la sua “CANCEL CULTURE” e sono contro della sua idea che si possa avere immigrazione infinita e incontrollata. Sono pro Trump. Se nei paesi anglosassoni prenderà piede la “Cancel Culture” allora spero che la alleanza atlantica si spacchi e che ogni uno vada per la sua strade. Non sarà facile una eventual separazione viste le condizioni dell’Europa che è senza anima ed è controllata militarmente.
            Mi auguro che tutto vada per il meglio visto che ormai abbiamo anche con gli americane dei legami di sangue.
            Gallozzi Ferdinando

          • A proposito di CRIMINI DI GUERRA. La mia famiglia è originaria del Comune di CASSINO. Spero che questo nome le dica qualcosa. Ho avuto parenti morti nel Monastero bombardata dagli anglo-americani. Poi lei sarà anche a conoscenza di cosa è capitato, di altro, in quei luoghi, fatti poi illustrati bene nel film “LA CIOCIARA”
            Gallozzi Ferdinando

  6. Emeriti farisei? Solo? Ma se sono i figli dei partigiani dell’Emilia, del famoso Triangolo della Morte!!!!!
    quali farisei, ASSASSINI è IL LORO NOME.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,376FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati