venerdì, Settembre 25, 2020

Ronghi, Sud Protagonista: con autonomia differenziata a rischio unità nazionale

Di recente lo ha detto lo SVIMEZ: “col nuovo federalismo a rischio l’unità del Paese.” Il riferimento è alle richieste di autonomia avanzate dalle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, che “in assenza di riforme costituzionali”, potrebbero innescare “un percorso verso un sistema confederale, nel quale alcune Regioni si fanno Stato, cristallizzando diritti di cittadinanza diversi in aree del Paese differenti” mettendo così a rischio l’unità nazionale. La Lega al Governo giallo-verde, procede spedita verso questo decentralismo differenziato, ma sulla questione abbiamo voluto sentire Salvatore Ronghi, storico esponente della destra meridionalista e leader di “Sud Protagonista”, movimento federato con Fratelli d’Italia che il prossimo 15 febbraio scenderà in piazza a Roma contro quanto stanno promuovendo le regioni del Nord con l’avvallo del Governo centrale.

Sud Protagonista pronta a manifestare contro la “secessione dei ricchi”?

Si, il 15 febbraio scenderemo in piazza a Roma, perchè il Governo compirà il primo vero atto dello “Spacca-Italia”, un provvedimento che cancellerà la solidarietà tra le regioni italiane, senza considerare che il SUD sarà l’area maggiormente penalizzata. Questo accadrà non per colpa di chi governa il Sud, ma delle forze politiche finora alla guida dello Stato centrale che non hanno fatto i grandi investimenti di cui abbiamo bisogno, come le opere infrastrutturali, desertificando il Mezzogiorno. Di conseguenza, non è stato avviato nessun piano di rilancio occupazionale con il paradosso che oggi si riprende la pratica del puro assistenzialismo con il reddito di cittadinanza. Con il provvedimento che aiuta le regioni del nord ad avere maggiore autonomia, si penalizza ulteriormente il Sud, per questo il 15 febbraio saremo in Piazza Montecitorio con Fratelli d’Italia al nostro fianco.

La si è sempre dichiarata contraria a questo tipo di federalismo…

Infatti, voglio ricordare che è stata l’unica leader che si oppose ai referendum per l’autonomia di Veneto e Lombardia, senza temere l’apertura di una crisi nei governi regionali in cui era presente e anche nel suo stesso partito, perchè, da vera patriota, mette al primo posto l’unità d’Italia. Aveva ragione allora, ha ulteriormente ragione oggi, nel contrastare questo provvedimento voluto dalla Lega con la complicità dei 5 stelle.

I 5 stelle non erano la forza politica che rappresenta il Sud in questo Governo?

Aldilà di quanto dichiarano i parlamentari pentastellati eletti al Sud, il federalismo “differenziato” penalizzerà fortemente questa parte d’Italia e loro lo voteranno solo per non essere cacciati come gli altri dissidenti. Tuttavia, nelle prossime ore, noi lanceremo un appello a tutti i parlamentari meridionali, di ogni partito, affinchè si metta in campo almeno per una volta la difesa del territorio. Non vogliamo che l’Italia si spacchi.

Ci riuscirete?

Vedremo, dobbiamo provarci. Siamo in una fase delicata per la Nazione, dove prevalgono incompetenza, incoerenza e mancanza di responsabilità istituzionale e lo riscontro nell’azione politica sia dei pentastellati che dei leghisti che ad esempio non sono riusciti nemmeno ad applicare la Flat Tax a tutto il mondo delle imprese e del lavoro.

Perchè scegliere Fratelli d’Italia per un patto federativo con il vostro movimento, Sud Protagonista?

Oggi, noi, come movimento che rappresenta il Sud Italia, ci rivediamo in Fratelli d’Italia perchè è l’unica forza politica realmente patriottica, perchè vuole che il cittadino di Milano, come quello di Palermo abbiano le stesse opportunità. Ogni anno si svuota una città di cinquantamila abitanti al Sud: tutti giovani che espatriano. Da qui il nostro patto con , sovranisti veri, la vera destra che è rappresentata dalla e non dalla Lega. Questa alleanza, allargata anche ai movimenti civici di centrodestra, ci consentirà di costruire un’intesa non solo elettorale, ma duratura nel tempo.

Ulderico de Laurentiis
Ulderico de Laurentiishttp://www.uldericodelaurentiis.it
Direttore Responsabile de "La Voce del Patriota". Giornalista Pubblicista, laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa con un Master in Comunicazione Multimediale. Militante della destra politica fin da giovanissimo, appassionato di Cybercultura, osservatore curioso dell'Alt-right americana, cultore di Enogastronomia. "Per aspera ad astra"
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,821FansLike
3,713FollowersFollow

Leggi anche

Legge Elettorale, Meloni: no alle liste bloccate, sì alle preferenze

"No alle liste bloccate, sì alle preferenze nella legge elettorale. Gli italiani scelgono con il voto di preferenza i deputati europei, i consiglieri comunali...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Legge Elettorale, Meloni: no alle liste bloccate, sì alle preferenze

"No alle liste bloccate, sì alle preferenze nella legge elettorale. Gli italiani scelgono con il voto di preferenza i deputati europei, i consiglieri comunali...

Corsi per Imam e accordo di Faro: L’Italia rinuncia a se stessa nel silenzio generale

Negli scorsi giorni, il Ministro Alfonso Bonafede ha confermato la sua volontà di avviare corsi per Imam finalizzati a dare assistenza spirituale in carcere...

La convenzione “Faro” ci sottomette all’Islam. Difendiamo le radici d’Europa.

La Convenzione di Faro, stipulata all’interno del contesto del Consiglio d’Europa, ad oggi è stata ratificata da 20 paesi (l'ultima ratifica arriva proprio dall’Italia...

“Fenomeno Meloni, viaggio nella Generazione Atreju”. Esce il primo libro su Giorgia Meloni.

"Fenomeno , viaggio nella Generazione Atreju" è il primo saggio giornalistico su Giorgia e sulla genesi di Fratelli d'Italia. Una leadership ed una...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x