mercoledì, Settembre 23, 2020

Sacrifici rituali tra atroci sofferenze: il 30 luglio inizia l’Aid-el-Kebir islamico. L’Italia saprà affrontarlo?

Dal 30 luglio al 3 agosto i musulmani ricorderanno il salvataggio di Isacco da parte di Dio e l'offerta, da parte di Abramo, di un montone. Si tratta di una pratica spesso compiuta in modo barbaro nella totale illegalità con grandi rischi di tipo igienico-sanitario.

Dalla sera del 30 luglio fino alla sera del 3 agosto si terrà la festa liturgica islamica detta Festa del Sacrificio, īd al-a ḍḥā o Festa grande, AidelKebir.

Nel nel giorno della ʿīd al-aḍḥā, i musulmani sacrificano come Abramo un che deve essere fisicamente integro e adulto e può essere soltanto un ovino, un caprino, un bovino o un camelide. L’ viene ucciso mediante sgozzamento, con la recisione della giugulare che permetta al di defluire, visto che per la legislazione biblica e coranica il è sacro ed è quindi proibito mangiarne.

La Festa del Sacrificio quindi è una delle più importanti per il mondo musulmano, ma il il rischio che avvenga una mattanza di animali, molti macellati senza alcun rispetto delle norme, si fa molto alto in Italia. A questo bisogna aggiungere l’ulteriore livello di pericolo dato dalla diffusione del , visto che la festa, nelle città con grandi comunità musulmante si prevedono massicci riversamenti di fedeli per le strade, in vista della preghiera.

Con circa tre milioni di musulmani in Italia, le stime secondo le associazioni animaliste, prevedono l’uccisione di diverse migliaia animali nei prossimi giorni, probabilmente in larga parte sgozzati clandestinamente con metodi illegali. Questo, nonostante la presenza di mattatoi autorizzati ad ospitare il rito nella , secondo regole stringenti volte ad evitare ogni inutile sofferenza agli animali che saranno uccisi.

Del resto la legge parla chiaro: la macellazione rituale – che ricordiamo essere comunque illegale nella maggior parte del mondo occidentale – può avvenire soltanto nei macelli autorizzati, pena l’arresto per un massimo di un anno oltre a delle multe molto salate.

Eppure la “tradizione” prevede uno sgozzamento in cui l’, cosa atroce, resta vigile e cosciente mentre muore dissanguato.

Forse tale barbarie può essere considerata normale nel mondo islamico, ma in Italia, fino a prova contraria, vige ancora la civiltà occidentale e gli italiani inorridiscono al pensiero di tale sofferenza gratuita arrecata agli animali.

Sarà interessante vedere come il Governo si comporterà sia di fronte alle eventuali violazioni di legge in materia di benessere degli animali che a cospetto dei vasti assembramenti di preghiera che ci si aspetta nelle pubbliche piazze.

Vedremo i droni volare?

Ulderico de Laurentiis
Ulderico de Laurentiishttp://www.uldericodelaurentiis.it
Direttore Responsabile de "La Voce del Patriota". Giornalista Pubblicista, laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa con un Master in Comunicazione Multimediale. Militante della destra politica fin da giovanissimo, appassionato di Cybercultura, osservatore curioso dell'Alt-right americana, cultore di Enogastronomia. "Per aspera ad astra"
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,823FansLike
3,700FollowersFollow

Leggi anche

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Il successo di Giorgia Meloni arriva Oltremanica: The Guardian dedica un articolo alla vittoria di Fratelli D’Italia nelle Marche

Inizia così l'articolo che il "The Guardian" dedica al successo di Fratelli d'Italia nelle Marche, e sebbene manchino ancora i voti di pochissime sezioni, la...

The Guardian: Giorgia Meloni sempre più popolare, vince nelle Marche.

Un candidato di Fratelli d'Italia ha concluso 25 anni di governo di sinistra nelle Marche, dando al partito la seconda presidenza regionale. I Fratelli d'Italia,...

Regionali: Meloni, da Nord a Sud FdI unico partito che cresce

"Trionfo Marche! Grazie a Francesco Acquaroli e a Fratelli d'Italia un'altra roccaforte della sinistra sara' amministrata dal centrodestra. Da nord a sud Fratelli d'Italia...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x