San Giovanni. Giorgia Meloni superstar infiamma la piazza e demolisce i rosso-gialli.

Ha parlato subito dopo di Silvio Berlusconi, ormai a suo agio nelle vesti di padre nobile del centrodestra e poco prima di Matteo Salvini, ma per tutti è stata lei la regina incontrastata della manifestazione “Orgoglio Italiano”, tenutasi oggi in Piazza San Giovanni a Roma.

Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia, partito conservatore e sovranista dato in forte crescita in tutti i sondaggi, ha scaldato i cuori di quell’Italia vera e concreta che ha riempito come una marea umana la storica piazza che fu della sinistra. Una piazza ormai ampiamente conquistata dal centrodestra che, unito, è maggioranza nel paese, nonostante le sinistre PD-M5S-LEU, asserragliate nel Palazzo, continuino a tenere congelata l’opportunità che il popolo italiano si esprima con il voto.

Salvini: è una combattente

“I giornali hanno ricamato sul simbolo, è grande, è piccolo, ma solo per dividere questa splendida piazza ma non ci riescono. Do il benvenuto a una combattente per la liberta, Giorgia Meloni”. Così Matteo Salvini, presentando sul palco la leader della destra, ha voluto mettere una toppa sulle polemiche sorte nelle ore precedenti alla manifestazione, quando gli alleati gli hanno fatto notare l’inopportunità di mettere il simbolo della Lega su quello che doveva essere un palco “unitario” per tutti i partiti di centrodestra.

cita Grillo e dalla piazza parte il ‘Vaffa..’ 

La Meloni, nei primi passaggi del suo discorso finisce per citare Grillo, scatenando la reazione della Piazza. “Grillo è passato dal Vaffaday contro il Pd, al Vaffaday contro chi non governa con loro”, ha affermato la leader e dal pubblico si è subito alzato un coro: “Grillo, grillo, vaffa…”.

Ius soli. La cittadinanza italiana non è un diritto, ma un premio che va meritato

“Usano i bambini come scudi umani per assicurare la cittadinanza a tutti. Questo dice la legge Boldrini, ma noi diciamo no, perchè se vuoi essere italiano te la devi meritare, la devi sudare. Non è un diritto è un premio”. Così Giorgia Meloni, in Piazza San Giovanni, a proposito del primo provvedimento messo agli atti dal Governo Rosso-Giallo. “Costruiremo un governo che dice che l’ illegale non si può fare in Italia – ha poi continuato – non ci sono scuse: su questo non si torna indietro. Se servono i muri si costruiscono i muri, se servono i blocchi navali, si fanno i blocchi”.

Comunisti sconfitti dalla storia. Grillini in auto blu come sardine in salamoia.

“Una volta piazza San Giovanni era il simbolo della sinistra, oggi la riempiamo solo noi. Dove c’erano le bandiere rosse sventolano i tricolori: è il segnale, cari compagni, che siete stati sconfitti dalla storia. Noi in piazza a difendere la libertà e voi nel palazzo a difendere le vostre poltrone, distanti anni luce dal popolo italiano”. Ha chiosato la Meloni, evidenziando le migliaia di persone presenti alla manifestazione. Poi l’affondo ai parlamentari 5 stelle. “Il M5S doveva aprire il palazzo come una scatoletta di tonno, – ha detto – ora sono stipati nelle auto blu come delle sardine in salamoia”.

Difenderemo Dio, patria e famiglia: fatevene una ragione

“Sono donna, sono cristiana, sono madre e non me lo toglierete”. dal palco non rinuncia a declinare i valori non negoziabili della destra e rilancia citando il caso Bibbiano, in cui la sinistra “cerca di insabbiare lo scandalo”.

Porteremo l’Italia al Governo

“Vogliamo legge elettorale, presidenzialismo, eliminare i senatori a vita che servono solo a tenere su i governi degli inciuci. Facciamolo insieme questo cammino e sarà inarrestabile. c’è, manteniamo la parola data”. Così Giorgia Melon ha chiuso il suo intervento dal palco di San Giovanni. “Porteremo l’Italia al governo”, ha concluso.

La Piazza di oggi segna l’inizio del percorso unitario di un centrodestra non solo ricomposto, ma nuovo. L’unica coalizione possibile per interpretare la reale volontà del popolo italiano, rappresentandola con un Governo forte e capace di durare 5 anni nel segno dell’esclusiva tutela dell’interesse nazionale.

Siamo solo all’inizio.

Ulderico de Laurentiis
Ulderico de Laurentiishttp://www.uldericodelaurentiis.it
Direttore Responsabile de "La Voce del Patriota".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,346FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati