Sanità. Capecchi (FdI): “Piuttosto che giustificarsi, l’assessore convochi le associazioni preoccupate per il taglio ai trasporti dei malati oncologici”

“Piuttosto che preoccuparsi di giustificare il taglio, l’assessore Bezzini farebbe bene a convocare le associazioni del Terzo Settore che sono fortemente preoccupate per il taglio al trasporto dei pazienti oncologici. La nostra interrogazione nasce da numerose segnalazioni ricevute da pazienti e associazioni. D’altronde non è una novità che il Terzo settore non sia ascoltato da questa Giunta.
Quella che l’assessore definisce innovazione, in realtà, comporta delle modifiche che determinano il taglio del Servizio. Già dal 2012 i nuovi Lea non prevedono il trasporto oncologico, ma la Toscana lo ha sempre garantito. Nei fatti viene meno l’automatismo che garantiva la gratuità dei trasporti medici a questi pazienti. Con questa delibera viene data al medico la responsabilità di stabilire se un paziente è autosufficiente o meno ai fini del traporto ospedaliero. Una valutazione indubbiamente parziale per i malati oncologici che hanno situazioni radicalmente opposte tra il viaggio di andata e quello di ritorno a causa degli effetti delle cure.
E’ grave che l’assessore si arrampichi sugli specchi pur di non ammettere le conseguenze delle sue decisioni. Occorre che la Giunta riveda questa scelta, sbagliata nel
Metodo e nel merito, trovando un punto di equilibrio accettabile tra Terzo Settore, sanitari e pazienti”. Attendiamo quindi risposta alla interrogazione che abbiamo protocollato questa mattina. Lo dichiara il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Capecchi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,292FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati