Sanità, Fratelli d’Italia: “L’ospedale di Prato è piccolo e in endemica carenza di personale, il Pd se ne accorge dopo 9 anni?”

Torselli-Petrucci-Belgiorno: “Ci sono pazienti che trascorrono sulle barelle oltre 12 ore, il diritto alla salute e la dignità delle cure devono essere garantiti. La Regione cosa fa? Pensa di intervenire per potenziare personale e servizi?”

“Il Pd di Prato si sveglia soltanto adesso riconoscendo l’inadeguatezza dell’ospedale di Prato! Dopo quasi 9 anni di giunte Biffoni ci si accorge di avere un ospedale non sufficiente per garantire un servizio decoroso ai cittadini pratesi, per i quali il pronto soccorso si è trasformato in un girone infernale, vivono un calvario ogni volta che sono costretti a recarvisi. L’episodio che ha visto protagonista una donna pratese, che ha firmato le dimissioni volontarie nel cuore della notte dopo un’attesa di dodici ore, non è un caso isolato visto che stiamo parlando di un pronto soccorso non adeguato per un enorme bacino d’utenza e per gli stessi operatori sanitari che ci lavorano” dichiarano il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale Francesco Torselli, il Consigliere Diego Petrucci, componente della Commissione Sanità, ed il Capogruppo di Prato Claudio Belgiorno.

“L’ospedale è piccolo e in endemica carenza di personale, ci sono pazienti che trascorrono ore e ore sulle barelle in attesa di essere visitati o di una diagnosi che non arriva. C’è un problema di risorse ma soprattutto di organizzazione che va cambiata perché andando avanti così sarà sempre più difficile offrire un’assistenza sanitaria dignitosa. Il diritto alla salute e la dignità delle cure devono essere garantiti: al pronto soccorso troppo spesso i pazienti finiscono ammassati in uno stanzone, casi gravi e meno gravi, decine di persone, anziani sofferenti, ubriachi, uomini e donne in attesa di un letto -sottolineano gli esponenti di FdI- Vista la competenza regionale del servizio sanitario sarebbe doveroso per i rappresentanti del Pd ammettere le proprie responsabilità. La Regione cosa fa? Pensa di intervenire per potenziare personale e servizi, invece di chiudere reparti come, ad esempio, quello di Reumatologia? Vigileremo sulla questione, a garanzia della salute dei pratesi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Discussioni

12,063FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati