Sanità. Petrucci e Belgiorno (FdI): “Morta dopo 32 ore all’ospedale, la Usl faccia chiarezza”

“Inaccettabile che il marito abbia scoperto così il decesso”

“Lascia senza parole quanto accaduto nell’ospedale di Prato alla signora Rosa. Come è possibile che una donna di 48 anni sia morta dopo aver passato 32 ore al Pronto soccorso? Occorre che la Usl Toscana Centro faccia chiarezza su quanto avvenuto e punisca i responsabili, nel caso in cui ce ne siano”. E’ quanto dichiarato da Diego Petrucci, Consigliere regionale di Fratelli d’Italia e membro della Commissione sanità, e da Claudio Belgiorno, capogruppo in Consiglio comunale a Prato, dopo aver appreso della tragica morte di Rosa Audia all’interno del Pronto soccorso del Santo Stefano.

“La farà il suo corso ma l’episodio è già grave. Da quanto apprendiamo – spiegano gli esponenti del partito di Giorgia Meloni – la donna sarebbe stata sottoposta a una radiografia e curata con antidolorifici. In un giorno e mezzo le avrebbero fatto solo una visita approfondita. Possiamo ancora parlare di eccellente toscana?”.

“Il marito – concludono Petrucci e Belgiorno – è venuto a sapere della morte della moglie, solo perché è andato di persona in ospedale. Perché nessuno ha avuto la premura di avvisarlo? La Usl territoriale dovrà rispondere anche su questo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,390FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati