Sanità, Petrucci-La Porta (FdI): “Sessanta giorni fanno una differenza enorme. Le malattie non aspettano i tempi della sanità pubblica toscana”

“Una decisione gravissima quella di sospendere, a novembre e dicembre, le prenotazioni tramite Cup delle prestazioni diagnostiche specialistiche negli istituti privati convenzionati”

“Una decisione gravissima quella di sospendere, a novembre e dicembre, le prenotazioni tramite Cup delle prestazioni diagnostiche specialistiche negli istituti privati convenzionati. Sessanta giorni fanno una differenza enorme. Le malattie non aspettano i lunghi tempi della pubblica toscana” dichiarano il Consigliere regionale Diego Petrucci, componente della Commissione Sanità, e Chiara La Porta, dirigente nazionale FdI.

“Il cosiddetto “Cup competitivo” era stato istituito dall’Asl Toscana centro per facilitare i cittadini con una ricetta di primo accesso e ridurre i tempi di attesa per visite che non potevano essere svolte nelle strutture pubbliche in tempi rapidi. E così l’Asl Toscana Centro ha deciso che la rapidità non è essenziale nella e che le visite specialistiche possono attendere –attaccano Petrucci e La Porta- Non solo. Per le visite di medicina sportiva, ecografie, risonanze magnetiche, Tac, mammografie e gastroscopie, gli istituti privati accreditati garantivano il prezzo del ticket pubblico. Ai cittadini non resta, dunque, che mettersi in coda e prenotarsi per gennaio 2022 sperando che con il nuovo anno la situazione possa minimamente tornare alla normalità. Chi, invece, non vuole aspettare sarà costretto a mettere mano al borsello e a ricorrere alla privata oppure recarsi al pronto soccorso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,407FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati