Sanità. Torselli (FdI): “La sinistra dice una cosa ma ne fa un’altra. Rsa abbandonate a sé stesse, Giani stende un tappeto rosso ai colossi sanitari”

“Proponiamo di aumentare la quota sociale da 53,50 a 62,50 euro. Le oltre 330 strutture toscane devono essere tutelate: sono 14mila gli operatori socio-sanitari impiegati nelle Rsa della Regione”

“La sinistra toscana continua a dire una cosa ma a farne un’altra. E’ inutile che il Pd presenti mozioni a tutela della rete di strutture residenziali assistite, quando il Presidente Giani stende un tappeto rosso ai colossi economici che cercano di entrare a gamba tesa nella nostra Regione. Il governatore non si è fatto problemi a correre ad inaugurare la nuova Rsa di Cecina voluta proprio da uno di questi gruppi.

Il Pd deve capire che se non si interviene subito con importanti correttivi, si corre il rischio che tra qualche anno ci siano solo uno o due soggetti economici monopolisti nel settore dell’assistenza.

Nella nostra Regione ci sono migliaia di posti letto vuoti nelle Rsa: non perché mancano persone che necessitano di questo tipo di assistenza, ma perché la Regione ha bloccato le quote sanitarie che consentivano l’accesso agli anziani non autosufficienti.

In Toscana ci sono 332 residenze sanitarie assistenziali che danno a oltre 14mila operatori socio-sanitari. Se la Regione non interviene aumentando la quota sociale, ferma da tempo a 53,50 euro, si rischia che questo tessuto imprenditoriale e sociale venga perso.

Da tempo chiediamo che sia aumentata la quota sociale da 53,50 a 62,50 euro. Non lasceremo che anche questo tessuto sociale e imprenditoriale sia perso a causa della politica miope della sinistra”. Lo dichiara Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,396FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati