Sanità, Veneri-Casucci: “Alla Fratta permangono criticità da risolvere, dal pronto soccorso al reparto di Chirurgia e all’attività cardiologica. Carenza di medici”

Sopralluogo di una delegazione con i consiglieri regionali Veneri (FdI) e Casucci (Lega). “Le responsabilità sono di chi, nel tempo, ha gestito la sanità a livello regionale e di scelte sbagliate del legislatore nazionale, in particolare per il numero chiuso alle università”.

Sopralluogo, stamani, all’ospedale di vallata Santa Margherita di Cortona del Vicepresidente del Consiglio Regionale Marco Casucci, del Consigliere Regionale Gabriele Veneri, del Vicepresidente della Provincia e Presidente del Consiglio comunale di Cortona Nicola Carini e del capogruppo in consiglio comunale della Lega Lucia Lupetti. Insieme a loro il dott. Ennio Duranti, uditore in Commissione per il consigliere Casucci. Una visita che si è resa necessaria dopo le segnalazioni arrivate da parte dei cittadini, ma soprattutto per approfondire i bisogni e i margini di miglioramento della struttura.

“Seppur all’interno del presidio sanitario siano presenti qualità professionali di prim’ordine tra medici, personale infermieristico e operatori sanitari, si registrano varie criticità da risolvere. Abbiamo fatto presente che è urgente mettere mano ai tanti problemi che affliggono il servizio di Pronto Soccorso e, nonostante la Direzione ospedaliera si stia già muovendo in questo senso, occorre accelerare le procedure già in essere -sottolineano Veneri, Casucci, Carini e Lupetti- Il reparto di Chirurgia all’Ospedale La Fratta, anche se recentemente registra numeri discreti di attività, dovrebbe essere potenziato per quanto riguarda il personale medico. Per questo abbiamo chiesto azioni concrete per assumere ulteriore personale specializzato per garantire un servizio fondamentale”.

“Stesso discorso per l’attività cardiologica e Ortopedia, porteremo queste necessità in Consiglio Regionale per chiedere un intervento urgente della Regione -fanno notare i consiglieri regionali e comunali di Fratelli d’Italia e Lega- Finalmente, è stato dato seguito alla richiesta dei partiti di opposizione perché si tornasse a curare i pazienti Covid-19 bisognosi di cure intermedie evitando trasferimenti tra ospedali anche lontani, una scelta che finora molto ha penalizzato il presidio di Cortona. In aggiunta, fra pochi giorni sarà inaugurato il nuovo servizio Mo.di.ca. (modulo di continuità assistenziale) presso La Fratta. Continueremo a monitorare la qualità e la tipologia dei servizi al cittadino che l’Ospedale Santa Margherita deve offrire, nell’ottica di mettere la politica al servizio degli operatori sanitari così da ottenere risorse umane, strumentali ed economiche e sostenere il loro quotidiano”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,908FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati