Sanità, Vietri (FdI): “Da PD e M5S tagli per 37 miliardi, con Governo Meloni si è tornati a investire”

“PD e M5S sono gli ultimi a poter dare lezioni sulla Sanità in quanto colpevoli, nei confronti degli italiani, di aver provocato una enorme voragine nel settore, con tagli indiscriminati che hanno attuato durante i loro governi”. Lo dichiara in una nota il deputato Imma Vietri, capogruppo di alla Commissione Affari Sociali e Sanità commentando i dati forniti dal presidente della Fiaso (Federazione italiana delle aziende sanitarie e ospedaliere) Giovanni Migliore al quotidiano Libero.
“Se si valuta l'andamento della spesa pro-capite, normalizzata Ocse, emerge che, fino all'ultimo governo di centrodestra eletto dai cittadini (anno 2010), è sovrapponibile al resto dei Paesi europei. Con la caduta del Governo Berlusconi, invece, ha iniziato a disallinearsi raggiungendo una forbice che, dal 2015 in poi, sostanzialmente ha fatto registrare un gap che non è stato più recuperato. Insomma – sottolinea Vietri – con l'avvento dei governi tecnici e di sinistra è arrivato il colpo di grazia alla Sanità: parliamo complessivamente di 37 miliardi di euro di tagli effettuati tra il 2012 e il 2019 (governi Monti, Letta, Renzi, Gentiloni, Conte I e Conte II).

Per questo, alla luce anche di questi dati, sono davvero infondati gli attacchi quotidiani della segretaria PD Schlein e degli esponenti del M5S al . Grazie all'impegno del Presidente e del Ministro Schillaci, infatti, si è voltata pagina. E ad evidenziarlo sono sempre i numeri: per il Fondo Sanitario Nazionale sono stati stanziati 3 miliardi in più per il 2024, 4 per il 2025 e 4.2 per il 2026, per un totale di 11.2 miliardi. Inoltre, sono state garantite risorse importanti per il rinnovo dei contratti degli operatori sanitari, aumentate quelle per la remunerazione delle prestazioni aggiuntive e, lo scorso 2 maggio, si è riunita al Ministero della Salute la Commissione di studio per ridurre le liste d'attesa in vista di un decreto ad hoc che, come ha annunciato il Ministro Schillaci, arriverà a giorni. Si è invertita, dunque, totalmente la tendenza rispetto agli anni passati. Il Governo Meloni – conclude Vietri – sta ponendo finalmente le basi per modernizzare e rendere più efficiente il SSN che, al contrario delle fake news diffuse dalle opposizioni, è e resterà pubblico e universalistico”.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x