mercoledì, Settembre 23, 2020

Sanzioni UE: l’Ungheria difesa solo da Fratelli d’Italia

La discordanza tra Movimento 5 Stelle e Lega verificatasi il 12 settembre scorso a Strasburgo, in merito all’attivazione delle procedure sanzionatorie a discapito dell’Ungheria di Orbàn, previste dall’articolo 7 del Trattato europeo in caso di “violazioni serie e persistenti dei valori dell’Unione”, è stata superata con una mozione/compromesso approvata ieri a Montecitorio con con 273 voti favorevoli su 507 deputati presenti.
La mozione firmata dai due capigruppo di Lega e M5S, rispettivamente Riccardo Molinari e Francesco D’Uva, impegna il governo italiano ad attivarsi affinchè vengano protetti i valori fondanti dell’Unione Europea e, nel contempo, afferma altresì che il Governo ed il presidente del Consiglio Giuseppe Conte dovranno verificare se sussisterranno i motivi per avviare la procedura d’infrazione.
Un giro di parole che conduce la posizione della maggioranza sulla strada dell’astensione. Una supercazzola che non esprime nè un parere favorevole, nè un parere discordante per quanto concerne le sanzioni all’Ungheria. Per attivare il meccanismo sanzionatorio servirà il consenso di un terzo dei Paesi UE in Consiglio; il voto del premier Conte, attualmente sconosciuto, sarà determinante.
L’unica nitida forma di dissenso e di opposizione verso le sanzioni all’Ungheria di Viktor Orbàn è stata portata avanti da Fratelli d’Italia. Dura la posizione della che non perde l’occasione per redarguire anche gli alleati del Centrodestra. Ecco quanto dichiara sulla sua pagina Facebook «Non ci crederete ma oggi in Parlamento tutti, sinistra, FI, M5S e Lega hanno votato insieme contro la mozione di che dice NO alle sanzioni europee all’Ungheria. Mentre gli altri parlano, solo noi di Fratelli d’Italia ci siamo schierati a favore di Orbán e della libertà del popolo ungherese! ».
Sorprende positivamente la presa di posizione dell’europarlamentare forzista Stefano Maullu che, in disaccordo con la decisione del suo partito, così afferma in una nota «La scelta di votare contro la mozione di Fratelli d’Italia sulle sanzioni all’Ungheria, da parte di Forza Italia e della Lega, è davvero imbarazzante, ed è anche abbastanza stupefacente; l’idea di condannarlo soltanto per aver cercato di proteggere l’identità nazionale del suo Paese, a mio avviso, è semplicemente ridicola.»

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,824FansLike
3,701FollowersFollow

Leggi anche

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Il successo di Giorgia Meloni arriva Oltremanica: The Guardian dedica un articolo alla vittoria di Fratelli D’Italia nelle Marche

Inizia così l'articolo che il "The Guardian" dedica al successo di Fratelli d'Italia nelle Marche, e sebbene manchino ancora i voti di pochissime sezioni, la...

The Guardian: Giorgia Meloni sempre più popolare, vince nelle Marche.

Un candidato di Fratelli d'Italia ha concluso 25 anni di governo di sinistra nelle Marche, dando al partito la seconda presidenza regionale. I Fratelli d'Italia,...

Processo Ream: Appendino condannata a sei mesi ma non lascia la poltrona

Chiara Appendino, sindaco di Torino e punta di diamante del Movimento 5 Stelle, è stata oggi condannata per falso in bilancio a 6 mesi...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x