Scuola, Toscana: “Rientro a Scuola vago e incerto”

Intervento di Michela Senesi, Responsabile del Dipartimento regionale toscano con delega alla Scuola

“Alcuni mesi fa, lo stesso Ministro dichiarava che a settembre avremmo avuto una scuola in presenza, in sicurezza, con cattedre definite e il problema degli insegnanti precari ridotto. Negli ultimi giorni, dopo il problema mal gestito, relativo al green pass, si è presentata anche la confusione della procedura informatizzata, che assegna gli incarichi e le supplenze da Gps. È stato evidenziato, infatti, che sia stato un algoritmo impazzito a fare saltare le graduatorie dei docenti precari in molte province –dichiara Michela Senesi, Responsabile del Dipartimento regionale toscano con delega alla Scuola- Così, mentre le scuole attendono gli insegnanti per avviare le attività didattiche, le assegnazioni delle cattedre a tempo determinato sono state sospese”.

“In tutto questo, a rimetterci saranno anche gli alunni disabili, che rischiano di ritrovarsi, senza insegnante di sostegno oltre che senza continuità didattica. Possiamo solo constatare che, non è stato fatto nulla per creare reali condizioni atte a distanziare i ragazzi in classe, per potenziare i mezzi pubblici che restano una delle principali fonti di contagio e per installare nelle aule e nei mezzi pubblici i sistemi di areazione meccanica controllata, strumento utile per bloccare il contagio. I Fondi del Pnrr potevano servire anche per questo” sottolinea Senesi.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,959FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x