Scuola: in arrivo circa 8 mln per le paritarie dell’infanzia. Per Chiorino: “Priorità nell’assegnazione dei fondi alle scuole dei comuni con meno di 15 mila abitanti”

“La scuola è un bene di tutti e mai come in questo momento storico dovrà continuare ad esserlo. Garantire il diritto allo studio e la libera scelta educativa è tra le nostre priorità e questa è l’ennesima testimonianza di come il nostro impegno si traduca in fatti, concreti e tangibili. Per questo ho dedicato la massima attenzione alle scuole dei comuni con meno di 15mila abitanti per favorire l’accessibilità ai servizi e prevenire la desertificazione dei territori”.
Così in una nota l’Assessore regionale all’ Elena Chiorino, annuncia l’arrivo delle risorse, pari a 7.7 milioni di euro destinate alle scuole paritarie dell’infanzia per sostenere il concorso delle spese di gestione efunzionamento sostenute nell’anno scolastico 2021-2022. Le risorse, secondo graduatoria, saranno assegnate ai Comuni e alle Comunità collinari convenzionate con scuole paritarie dell’infanzia e a tutte quelle scuole paritarie che non sono convenzionate con gli enti locali. “obiettivo di questa Giunta ė garantire un’adeguata accessibilità ai servizi per le famiglie che vivono nei piccoli centri, cercando di arginare il sempre più diffuso fenomeno della desertificazione dei territori collinari e montani”.

Il riparto del sostegno economico andrà per il 75 per cento a favore delle scuole dell’infanzia presenti in Comuni con popolazione inferiore ai 15 mila abitanti oppure situate nelle frazioni di Comuni più densamente popolati. I contributi sono assegnati per ciascuna sezione costituita e funzionante con un numero minimo di 15 alunni, fatta eccezione per le scuole a sezione unica per le quali il numero minimo è di 8 alunni. Le risorse assegnate saranno così suddivise: 3.052.627 euro e 201.738 euro direttamente alle scuole paritarie dei Comuni della Città metropolitana di Torino; nell’Alessandrino saranno 183.024 euro e 232.836 euro i fondi per le scuole paritarie. Nell’Astigiano saranno 452.166 euro senza alcun contributo diretto a scuole paritarie non convenzionate; nel Biellese, saranno 248.223 gli euro destinati agli enti locali e 93.341 euro alle scuole; nel Cuneese, 1.721.237 euro destinati agli enti e nessun contributo diretto alle scuole; nel Novarese, 660.377 euro agli enti e 167.075 euro alle scuole; nel Verbano, 479.045 euro agli enti locali a fronte di 29.643 euro alle scuole; nel Vercellese, 117.872 euro ai Comuni e 60.789 direttamente alle scuole. In totale saranno 6,9 milioni di euro assegnati alle scuole dell’infanzia per il tramite degli enti locali, mentre 785 mila euro saranno destinati direttamente alle scuole paritarie non convenzionate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,215FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati