Scuola, Rampelli (VPC-FDI): contratto fornitura banchi, perche’ e’ stata scelta una societa’ inadeguata?

Interrogazione al pres. Conte e alla ministra Azzolina

“Benché il contratto con la Nexus sia stato annullato, qualcosa continua a non tornare nel super-appalto da 45 milioni di euro indetto per la fornitura dei banchi scolastici. Tra le aziende aggiudicatrici, ce n’era una che poi non è risultata idonea. La Nexus made srl, con un capitale sociale di appena 4mila euro e un fatturato annuo di 400 mila euro che si occuperebbe di “diffusione, promozione, organizzazione e gestione di manifestazioni, eventi, fiere e congressi”. Lavora su tante cose tranne che di arredamento scolastico. Peraltro il marketing digitale non l’ha neppure sfiorata visto che è priva di un sito internet. Cosa piuttosto grave visto che si lavora con la pubblica amministrazione e con la fornitura di 180mila banchi al costo di 247.80 euro l’uno per un super-appalto di 45milioni di euro. saA causa del clamore suscitato da quest’aggiudicazione, il contratto di fornitura è stato annullato. Quello però che non si riesce a capire perché nessuno lo ha mai chiarito è come sia stato possibile che una società con un capitale sociale irrisorio e con un solo dipendente, peraltro lo stesso Aubry, possa essere entrato nel ‘cerchio magico’ dei fornitori della pubblica amministrazione per il maxiappalto dei banchi a rotelle. Vogliamo chiarezza definitiva. Per questo, anche se il contratto è saltato, resta il paradosso di una vicenda che ha avuto questo esito soltanto perché è diventata pubblica. Chiediamo quindi al presidente Conte e alla ministra Azzolina se non s’intendano fare chiarezza sull’appalto, sulle ragioni che hanno portato a scegliere la società Nexus Made srl, e come abbia potuto selezionare un’azienda che ha un unico dipendente, Fabio Aubry. Non c’è una commissione esaminatrice dei titoli dei partecipanti a questo genere di bandi?”.
È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputato Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia che ha depositato un’interrogazione al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e alla ministra della Lucia Azzolina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,177FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati