Sernagiotto (FDI): trasporto su gomma priorità prossima legislatura UE

“Non c’è futuro per l’autotrasporto veneto senza infrastrutture e collegamenti. L’Europa deve programmare la nuova viabilità su gomma accanto a operatori e territori”.

Questo l’appello lanciato dall’europarlamentare di Fratelli d’Italia-ECR (Gruppo Conservatori e Riformisti) Remo Sernagiotto nel corso dell’evento “La voce dell’autotrasporto veneto” promossa da Confartigianato Imprese Veneto questa mattina a Treviso. Con Sernagiotto si sono alternati altri rappresentanti politici, tra cui l’assessore regionale ai trasporti Elisa De Berti.

Per l’europarlamentare ci sono delle priorità da inserire nella programmazione comunitaria della prossima legislatura: “L’Europa deve assicurare l’appoggio sui nuovi progetti di viabilità come la Venezia-Monaco e le nuove Treviso Mare e Romea Commerciale. Bisogna poi potenziare il quadrante Europa con l’autostrada Tirreno-Brennero partendo dalla prosecuzione della Nogare Mare per dare un ulteriore collegamento strategico di interesse europeo”, il pensiero di Sernagiotto, che già nel 2016 aveva chiesto l’inserimento della Venezia-Monaco nella Strategia europei dei corridoi tecnologici.

“Purtroppo quella risoluzione, dopo un iter veloce e condiviso in Commissione, una volta arrivata in Parlamento a Strasburgo, è stata affossata da Herbert Dorfmann – rappresentante dell’Svp e oggi in coalizione con Forza Italia per la Regione del Veneto – con l’appoggio di alcuni rappresentanti delle forze popolari. E’ stato un passaggio vergognoso. Oggi che ci sono problemi sul Brennero in molti stanno tornando dalla mia parte. In ogni caso sono i benvenuti”, ha sottolineato Sernagiotto, che ha poi rilanciato sulla necessità di realizzare la Romea Commerciale, trovando la piena condivisione dell’assessore regionale ai trasporti Elisa De Berti.

“Mi fa piacere che ci sia convergenza sulla necessità di una Nuova Romea, al di là della sistemazione del tratto attuale promessa da Anas che è un’urgenza assoluta vista la pericolosità di questa strada, che troppi morti ha sulla coscienza”.

“Venezia-Monaco, Romea Commerciale, Nuova Treviso Mare sono opere strettamente connesse e mirano a collegare il Centro dell’Europa con il cuore produttivo e turistico del Nordest”, prosegue Sernagiotto.

“Inserire tali opere nella programmazione comunitaria significa poter intercettare risorse importanti a fondo perduto che possono anche arrivare al 50 per cento del totale. Poi chiaramente spetta agli Stati e alle Amministrazioni locali decidere”, la chiosa di Sernagiotto.

“Se l’autotrasporto funziona, significa che l’economia cresce, che i collegamenti sono fluidi e che la merce gira. E’ la cartina di tornasole dell’economia reale. Non lasciare solo il comparto, anche con interventi strutturali, è un imperativo categorico per la politica economica dell’Ue”, conclude l’europarlamentare di Fratelli d’Italia.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,665FansLike
3,533FollowersFollow

Leggi anche

Agricoltura, Procaccini (FdI): “Crisi del Kiwi, pronto a chiedere intervento Commissario Europeo”

“La grave e sconosciuta malattia che sta danneggiando le coltivazioni di kiwi in molte regioni italiane, rischia di compromettere vaste aree di raccolto e...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Agricoltura, Procaccini (FdI): “Crisi del Kiwi, pronto a chiedere intervento Commissario Europeo”

“La grave e sconosciuta malattia che sta danneggiando le coltivazioni di kiwi in molte regioni italiane, rischia di compromettere vaste aree di raccolto e...

Fratelli d’Italia a Formigine per esprimere il proprio dissenso al perpetrarsi del negazionismo da parte della sinistra

“Sputare su Norma medaglia d’oro, della vostra ignoranza ennesimo capolavoro” è la frase con la quale Fratelli d’Italia ha partecipato ad un flashmob in...

Forte – Pretto (FDI): solidarietà al dottor Gandolfini per le violente minacce ricevute.

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà al dottor Massimo Gandolfini, portavoce del Family Day, in questi giorni oggetto di violente minacce in alcune manifestazioni e...

Pisano (FdI): Positività autisti che trasportano migranti notizia gravissima e preoccupante, blocco navale subito

"Tanto tuonò che piovve, è proprio il caso di dirlo. È, purtroppo, arrivata la notizia della positività al coronavirus di due autisti, due fratelli...