senatrice di Fratelli d'Italia, Isabella Rauti, responsabile nazionale del dipartimento FdI
vice presidente vicario di Fratelli d'Italia in Senato Isabella Rauti, Responsabile del Dipartimento Pari Opportunità Famiglia e Valori

“Le comunicazioni del ministro Di Maio sono semplicemente dei riassunti sulla situazione di politica estera. Una relazione compilativa assolutamente insufficiente a farci comprendere quale sia la politica estera del governo e la linea che si intende tenere a livello internazionale”. A dirlo il vice presidente vicario di Fratelli d’Italia, Isabella Rauti, componente della Commissione Difesa in Senato.

“Una relazione che non fa riferimento all’emergenza umanitaria post tregua del conflitto, che non condanna la deriva islamista del sultano Erdogan e la violazione dei diritti umani dei curdi siriani, e nemmeno dell’uccisione terribile di Khalaf, la paladina curda per i diritti umani. E riguardo all’Italia, il ministro ci ha informati che la missione italiana in Turchia non sarà prorogata – come già richiesto da Fratelli d’Italia alla Camera ed al Senato – ma la decisione è stata presa senza gli opportuni passaggi parlamentari. Mentre nulla è stato fatto sull’annunciato provvedimento di sospensione dell’export di armi verso la Turchia. Anche nei giorni della crisi turco – siriana Di Maio e il Governo italiano hanno tenuto un atteggiamento molle e attendista. La verità è che il governo si è messo sotto l’ombrello europeo aspettando che smettesse di piovere, mentre avrebbe potuto prendere decisioni che avrebbe reso centrale l’Italia al livello europeo ed internazionale. Ed ancora oggi attendiamo posizioni nette contro i partenariati con la Turchia e contro il suo ingresso in Europa” conclude la senatrice Rauti.