Sposati o farai la fine di Sana Cheema: Lucaselli (), no a cultura della sottomissione

“Ragazza di origini pachistane minacciata di morte dai genitori e dal fratello maggiore affinché accettasse un matrimonio combinato in . Da Brescia arriva l’ennesima vicenda di dis-integrazione e va l’onore al merito a Polizia ed inquirenti per aver stroncato una potenziale tragedia”.Lo dichiara la deputata di Fratelli d’Italia Ylenja Lucaselli. “Vicende come questa sono il riflesso collaterale di un approccio multiculturale alla società, troppo a lungo perpetrato a causa della visione della . Chi propugna, per motivi culturali o religiosi, un’idea padronale della donna e della famiglia non può trovare spazio nella nostra società, e di fronte all’ipotesi del ritorno, purtroppo, di flussi migratori incontrollati le istituzioni locali devono raddoppiare gli sforzi di monitoraggio e vigilanza e quelle giudiziarie assicurare la certezza della pena. Il rispetto della persona non può mai essere messo in discussione”, conclude 
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,273FansLike
4,191FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x