Sudan, ancora scagionato l’imprenditore Marco Zennaro. Speranzon (): “Basta attese, riportiamolo in Italia”

Scagionato per la seconda volta dalle accuse penali l’imprenditore veneziano Marco Zennaro, da tre mesi prima in carcere e ora ai domiciliari in Sudan. Una notizia accolta con soddisfazione dal capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Raffaele Speranzon, che ora chiede di accelerare per riportare Zennaro in patria: “Solo un paio di settimane fa, il Consiglio regionale aveva approvato all’unanimità la nostra mozione che chiedeva al Governo di attivarsi per riportare a casa Marco. Il proscioglimento di ieri è una nuova notizia positiva e il fatto che restino in piedi solo le cause civili non può essere sufficiente per tenere ancora Zennaro in Sudan: non possiamo lasciarlo in questa situazione un altro mese in attesa dei procedimenti civili. Continuiamo a tenere alta l’attenzione e rinnoviamo l’appello al Governo e alla diplomazia internazionale affinché si acceleri sul ritorno il prima possibile di Marco in Italia, a Venezia, a casa sua”.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,571FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x