Tifoso morto: La Russa, colpe di pochi non ricadano su tutti

“Sono inaccettabili così come già dichiarato dall’Inter club Parlamento, le violenze, i cori offensivi e gli ululati. Senza se e senza ma. Tuttavia, appare assolutamente ingiusto far ricadere le colpe di qualche centinaio di spettatori sui restanti sessantamila a cui si vorrebbe negare l’accesso allo stadio senza alcuna logica connessione e senza alcuna loro partecipazione ai fatti avvenuti. Nessun regolamento può prescindere dalla ragionevolezza. In questo caso il modo più giusto è individuare i responsabili e i complici (a partire dalla tragica morte del giovane investito) da parte dei responsabili dell’ordine pubblico a cui compete intervenire in maniera più efficace. La soluzione non è certo usare la legge del taglione contro tutti i tifosi interisti che, nella stragrande maggioranza, sono tra i più corretti d’Italia. Se l’obiettivo è quello di dare un segnale forte, si valuti la sospensione del campionato nella prossima giornata, senza badare a interessi commerciali ma è inaccettabile penalizzare solo i tifosi milanesi. Trovo altresì pavida e troppo politically correct le dichiarazioni del sindaco di Milano di considerare giusta la sanzione comminata”. Lo dichiara il senatore di  Ignazio La Russa.

Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,159FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati