Todde, GN Roma (FdI), vili e codardi: il vero volto dei collettivi rossi

Nonostante siano passati decenni, dai tragici “anni di piombo”, durante i quali diversi giovani, di destra e di sinistra, persero la vita, i collettivi rossi continuano a ragionare con quella logica vile e violenta.

Incappucciati e di notte, un manipolo della sigla “Scuole in rotta”, ha deciso di imbrattare dei muri e dei luoghi di riferimento della destra giovanile.

Su tutti, spicca lo schifoso gesto ai danni del luogo del ricordo di Francesco Cecchin, giovane militante del Fronte della Gioventù barbaramente ucciso nel 1979 da attivisti di sinistra e della corona di fiori dedicata a Paolo Di Nella data alle fiamme.

Questi gesti, purtroppo non isolati, sono gli ultimi di una serie ormai troppo lunga, e dimostrano come, la sinistra antagonista, fomentata dai deliri di quella parlamentare, stia cercando di avvelenare il clima politico ai danni di intere comunità politiche di destra.

Noi siamo differenti, con rabbia e con amore, senza timore e mettendoci sempre la faccia, continueremo con le nostre battaglie politiche nelle piazze, nelle scuole e nelle università.

Questa la dichiarazione di Francesco Todde, presidente di Roma ().

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x