Traffico di rifiuti infettivi, sequestrata la Aquarius, indagati Medici Senza Frontiere

Secondo quanto riferisce l’ANSA trafficavano e smaltivano in maniera illecita rifiuti pericolosi a rischio infettivo, sanitari e non, scaricati in maniera indifferenziata nei porti italiani come se fossero rifiuti urbani. Con questa accusa nei confronti si sta procedendo contro alcuni membri della Medici Senza Frontiere e due agenti marittimi.

L’accusa che ha fatto scattare il sequestro preventivo dell’Aquarius (attualmente nel porto di Marsiglia) e di 460 mila euro deriva da un’ indagine di Guardia di Finanza e Polizia, coordinata dalla Procura di Catania che avrebbe accertato uno smaltimento illecito in 44 occasioni per un totale di 24 mila kg di rifiuti.

Sulla vicenda è intervenuta il Presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, con questa dichiarazione lasciata su Facebook. “Sequestrata la nave Aquarius e indagati 24 membri di Medici senza Frontiere per traffico e smaltimento illecito di rifiuti pericolosi a rischio infettivo, scaricati illegalmente nei porti italiani. A quanto pare il business di questa non si limitava al solo traffico di esseri umani. Ma loro non erano “quelli buoni”?”

Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,377FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati