Trattato Quirinale, Rampelli (VPC-FdI): su protezione terroristi non c’è trattato che tenga

“Nella tragicomica celebrazione del Trattato del Quirinale tra la Francia e l’Italia teso a rinsaldare l’amicizia e la cooperazione con i Cugini d’Oltralpe, ci eravamo chiesti se fossero stati previsti anche processi più veloci per giungere alla sacrosanta estradizione dei terroristi rossi scappati in Francia e protetti dalla ‘dottrina Mitterrand’. Come volevasi dimostrare dagli ultimi casi, che vedono l’ulteriore rallentamento dei processi a 9 brigatisti perché i magistrati francesi non avrebbero letto le carte, nulla di tutto ciò si è verificato. Semmai l’esatto opposto perché non leggere le carte in decenni di tempo, a fronte di richieste provenienti da una nazione democratica fondatrice dell’Ue e teoricamente amica, è un atto vergognoso, ostile e umiliante. Altro che Trattato bilaterale…”.

È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,625FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati