Riccardo Zucconi, deputato di Fratelli d'Italia
Riccardo Zucconi, deputato di Fratelli d'Italia

“Fratelli d’Italia ha proposto un percorso che vede una reintroduzione della competenza concorrente tra Stato e Regione, la reintroduzione di un ministero del Turismo con un proprio portafoglio e un testo di normativa generale su un settore che rappresenta il 14% del Pil in Italia”.

Così Riccardo Zucconi, deputato di Fratelli d’Italia nel question time al ministro Centinaio.

“I milioni di euro – ha aggiunto Zucconi – che provengono dalla tassa di soggiorno potrebbero rappresentare una risorsa importante per qualsiasi sindaco. Con questa tassa, ad esempio, il sindaco di Roma potrebbe sistemare circa 3 milioni di buche, considerando che l’afflusso in cassa dovuto alla tassa di soggiorno è di circa 150 milioni di euro. Martedì – ha concluso il deputato di FdI – sarà in Aula la legge sulle deleghe al Turismo. Usiamola per sanare i difetti: un articolo attuativo che obblighi i Comuni a impiegare una posta nel bilancio apposita dei proventi per precisi scopi turistici e per identificare con certezza la natura dell’esercente come percettore iniziale della tassa di soggiorno. L’Estate 2019 dimostrerà purtroppo un certo livello di crisi dei flussi turistici verso l’Italia: occorre muoversi e non costringere le aziende di settore a combattere la battaglia con le mani legate dietro la schiena”.