Ue-Cultura, Sofo (FdI-Ecr): serve programma europeo di valorizzazione patrimonio storico e culturale, nuova agenda europea per la cultura occasione per correggere il tiro

“Il grande errore dell’Unione Europea sta nel pensare che i popoli si uniscano in nome di una moneta, dimenticando che l’unico collante in grado di forgiarli è l’identità. Se abbiamo un destino comune da perseguire, questo non è infatti semplicemente un mercato comune bensì quella civiltà europea millenaria creata dai nostri avi, che è stata faro per il mondo intero”. Così l’eurodeputato di -Ecr Vincenzo Sofo intervenendo in Plenaria a Strasburgo nel dibattito sull’attuazione della Nuova agenda europea per la cultura e della Strategia dell’UE per le relazioni culturali internazionali. “Per rianimare questo destino serve un programma europeo di valorizzazione del nostro patrimonio storico e culturale che coinvolga monumenti e opere d’arte così come lingue locali, usi e tradizioni. La nuova agenda europea per la cultura è l’occasione per correggere il tiro. Ecco perché piuttosto che invaderla di ideologia gender, lgbt e woke, bisogna far sì che in essa ritrovino spazio i santi, i re, gli eroi, le battaglie, le arti e le filosofie che hanno scolpito la nostra Tradizione. Un patrimonio inestimabile, adorato e imitato in tutto il mondo, che la sinistra vuole invece incenerire a colpi di cancel culture, ben conscia che la solidità delle nostre radici è l’argine all’imposizione della propria ideologia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Discussioni

12,172FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati