Ue, Farm to Fork: Fratelli d’Italia in prima linea per difendere imprese agroalimentari da approccio ideologico della Commissione

“Fratelli d’Italia è in prima linea anche a livello europeo per difendere le imprese agricole e agroalimentari italiane da un approccio troppo ideologico da parte della Commissione Europea”. Così il capodelegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento europeo, Carlo Fidanza aprendo i lavori del web meeting: “Farm to Fork e Made in Italy. Difendiamo l’agroalimentare italiano”, organizzato oggi pomeriggio dalla delegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento europeo. “Non ci può essere sostenibilità ambientale senza la sostenibilità economica della nostra imprese e senza difesa della tipicità e della qualità. Nutriscore, carni rosse, etichettatura: su questi ed altri temi faremo sentire la nostra voce al fianco delle eccellenze del nostro Made in Italy”.  “L’Italia nel 2020 è stata prima in Europa per valore aggiunto agricolo, con 31,3 miliardi di euro davanti a Francia (30,2 ) e Spagna (29,3), e questo rappresenta un punto di forza che deve essere consolidato, – spiega il co-presidente del gruppo europeo ECR- Raffaele Fitto – aumentando la capacità produttiva agricola verso l’autosufficienza alimentare e la competitività sui mercati internazionali. Per far questo occorre progettualità e un’efficace utilizzo delle risorse, partendo dal Next Generation Eu e da quelle previste nella nuova programmazione UE 2021-2027. L’introduzione del Nutriscore; la non obbligatorietà dell’indicazione di origine dei prodotti e ulteriori costi aggiuntivi che  potrebbero gravare sulle imprese, in particolare le piccole e medie, rappresentano delle criticità del Farm to Fork sulle quali occorre una riflessione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,373FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati